menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Misterioso “messaggio” in una masseria: due bombole di gas e diavolina

È successo nelle campagne in agro di Nardò. Una era vuota e l'altra piena. Acceso un fuoco con copertoni, ma nessuno scoppio

NARDO’ – Una sorta di ordigno rudimentale che, se fosse esploso, avrebbe potuto provocare diversi danni. L’inquietante rinvenimento è avvenuto nel primo pomeriggio nelle campagne di Nardò, all’interno di una vecchia masseria chiamata “Le Stanzie” (da non confondere con la struttura in agro di Supersano, è solo un caso di omonimia).

Ignoti hanno collocato due bombole di gas (una piena e una vuota) nel rudere. L’intento, forse, era quello di lanciare un “messaggio” ai danni dei conduttori dell’area, due fratelli imprenditori agricoli, che la coltivano soprattutto ad angurie. Si tratta di terreni estesi per circa 170 ettari.

Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia del commissariato di Nardò e i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli.  Le bombole erano state collocate, non si sa bene quando, in luoghi diversi della struttura, che sorge sulla provinciale che collega Leverano ad Avetrana.

Una era all’interno di uno sgabuzzino, infilata in mezzo ad alcuni copertoni, ritrovati del tutto bruciati. L’altra, ancora integra e chiusa con tappo, nella stanza confinante, posizionata sempre dentro un paio pneumatici. E qui c’era anche della diavolina, che è stata sequestrata con tutto il resto. E ora, sono aperte indagini per cercare di risalire agli autori di quella che sembrerebbe un’intimidazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento