Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Nascosti nella casa di riposo abbandonata gli oggetti utilizzati nelle rapine

Hanno scelto come base operativa una casa di riposo del comune di Cutrofiano, ormai in stato di abbandono. Lì, nella giornata di ieri, i carabinieri della locale stazione, hanno trovato un fucile a canne mozze, un motorino, e gli indumenti utilizzati per le rapine perpetrate nell'antico comune della Decatría Choría

 

CUTROFIANO – Hanno scelto come base operativa una casa di riposo del comune di Cutrofiano, ormai in stato di abbandono. Lì, nella giornata di ieri, i carabinieri della locale stazione, hanno trovato un fucile a canne mozze, un motorino, e gli indumenti utilizzati per le rapine perpetrate nell’antico comune dei Decatría Choría (i tredici paesi di Terra d'Otranto che conservavano la lingua e le tradizioni greche), nei giorni scorsi.

Dopo un’attività informativa svolta con metodi tradizionali, attraverso un controllo capillare del territorio, i militari dell’Arma sono riusciti a risalire a tutto il materiale utilizzato per le rapine. Un ritrovamento che evidenzia come gli inquirenti siano sulla buona strada per individuare anche agli autori materiali degli eventi delittuosi. Gli “attrezzi” erano nascosti sia all’interno degli appartamenti di cui è costituita la struttura (in particolare lo scooter, gli indumenti, una maschera di carnevale (da diavolo) e tre caschi da motociclista), sia all’esterno, dove, ben occultato ed avvolto in un giornale, era nascosto il fucile a canne mozze, perfettamente funzionante e completo del munizionamento. Dopo gli accertamenti di rito, l’arma è risultata rubata nel 2006, mentre sullo scooter sono ancora in corso altri accertamenti. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro, mentre i carabinieri continuano ad indagare per raccogliere altri indizi che conducano agli autori delle rapine. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascosti nella casa di riposo abbandonata gli oggetti utilizzati nelle rapine

LeccePrima è in caricamento