Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Nel bagno della discoteca con cocaina nel fondo dell'accendino

Arrestato un giovane di San Pietro in Lama. I carabinieri di Martano l'hanno notato a cedere una dose a un altro individuo. Durante la perquisizione, è spuntato l'insolito nascondiglio

Foto di repertorio.

MAGLIE – E’ stato fermato a cedere cocaina a un giovane. E addosso ne aveva un’altra dose. Nascosta in un luogo davvero insolito: nell’accendino. Ad arrestare Mattia Panico, 25enne di San Pietro in Lama, già noto alle forze dell’ordine, nel corso della nottata, sono stati i carabinieri della stazione di Martano, nel corso di servizio a largo raggio. Uno degli abituali controlli disposti dalla compagnia di Maglie dei carabinieri, fra locali e discoteche della costa orientale.

Panico, nel cuore della notte, vigilia di Ferragosto, sarebbe stato notato nei bagni di una discoteca dai militari in servizio, camuffati fra il pubblico, a cedere la dose. Bloccato e identificato, è stato sottoposto a una perquisizione personale.

L’aspetto curioso, quando è spuntata un’altra dose di sostanza. Era nel fondo di un accendino di plastica, modificato e adattato, anche perché non funzionante. Il particolare e insolito sistema, tuttavia, non è sfuggito ai militari che, su disposizione del pm di turno, hanno sottoposto il giovane agli arresti domiciliari. 

Panico è fra coloro che di recente finiti nelle spire dell'indagine nata dall'inchiesta ribattezzata "Pozzino", avviata dai carabinieri della compagnia di Gallipoli e della tenenza di Copertino e conclusasi a maggio con quarantadue avvisi di garanzia e accuse, a vario titolo, per spaccio, furti e ricettazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel bagno della discoteca con cocaina nel fondo dell'accendino

LeccePrima è in caricamento