Nel carcere con lo stipendio: ci pensa il medico

Un professionista di Soleto emetteva false certificazioni per un lavoratore socialmente mentre quest''ultimo era agli arresti. Il raggiro ai danni del Comune scoperto dai carabinieri

A seguito di un'indagine condotta dai carabinieri della stazione di Soleto, M.G., del '57, professione medico, è stato denunciato a piede libero in quanto ritenuto responsabile dei reati di falsità ideologica in certificati e truffa.

Il professionista, secondo quanto accertato dai militari che hanno condotto le indagini, dal giugno al settembre del 2006 avrebbe emesso false certificazioni in favore di un pregiudicato di Noha (frazione di Galatina), del '58, lavoratore socialmente utile, consentendogli di percepire indennità non dovute da parte del Comune di Soleto, mentre quest'ultimo si trovava ristretto presso il carcere di Lecce.

La documentazione sanitaria è stata posta sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento