Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Nel centro storico il piccolo "magazzino all'ingrosso" dei capi falsificati

Denunciati tre senegalesi, sequestrati mille e cinquecento prodotti palesemente contraffatti, riportanti i più noti marchi d'abbigliamento. Il controllo dei finanzieri in un'abitazione nel borgo antico del capoluogo salentino

 

LECCE – Sono mille e cinquecento i capi contraffatti sequestrati dai finanzieri della compagnia di Lecce, nel corso di un servizio ordinario, contro un fenomeno esteso e mai debellato, ma che ha portato a una scoperta, questa volta, piuttosto particolare. Non il solito rivenditore al dettaglio, ma una specie di piccolo bazar. Nei pressi del centro storico del capoluogo, infatti, hanno scoperto una sorta di “magazzino all’ingrosso” dei capi. Era stato ricavato nell’abitazione di un cittadino di nazionalità senegalese. Da qui sembra che si rifornissero diversi suoi connazionali, per poi scendere in strada a rivendere la merce.  

L’attività è scaturita a seguito di un controllo svolto nei confronti di due senegalesi, i quali sono stati notati proprio mentre si rifornivano in quella casa. I due, infatti, stavano trasferendo alcuni capi di abbigliamento nella propria autovettura, parcheggiata nei pressi dell’abitazione poi sottoposta a controllo.

Il riscontro effettuato, rilevato che si trattava di merce contraffatta, ha permesso di procedere alla perquisizione dell’abitazione, dove si trovavano numerosi accessori e capi d’abbigliamento di dubbia provenienza.

I finanzieri hanno sottoposto a sequestro 124 magliette, 411 borse, 204 etichette, 105 orologi, 417 occhiali, tredici foulard, undici pantaloni, sedici paia di scarpe e 211 custodie, tutte riportanti noti marchi contraffatti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel centro storico il piccolo "magazzino all'ingrosso" dei capi falsificati

LeccePrima è in caricamento