Cronaca Racale

Nel deposito accanto a casa mobili e forni rubati

Denunciato un 42enne di Racale pregiudicato: nel magazzino aveva abiti contraffatti, elettrodomestici, mobili per ufficio, persino pastelli per la scuola di dubbia provenienza per circa 20mila euro

Il deposito accanto a casa era diventato un vero e proprio magazzino di merce d'ogni tipo e per ogni gusto. Tutta roba di dubbia provenienza. Elettrodomestici, calzature, vestiti, mobili d'ufficio, persino pastelli colorati per la scuola. D.L.S., 42enne di Racale, precedenti per estorsione e usura, non ha saputo dare una giustificazione valida davanti ai militari della guardia di finanza di Gallipoli, quando gli hanno chiesto da dove provenisse tutto quel ben di Dio e per questo è stato denunciato per ricettazione e contraffazione. Già perché da una parte ci sono oggetti di probabile provenienza rubata, dall'altra capi d'abbigliamento di note marche fedelmente riprodotte.


Nel retro di questo magazzino le "fiamme gialle" hanno avuto un bel da fare per inventariare la merce. Novantotto paia di scarpe, ventotto abiti, e poi, decine e decine di scatole di pastelli per la scuola, e soprattutto diciassette elettrodomestici di vario tipo (dai forni elettrici, ai frigoriferi) e ben ventinove mobili d'ufficio. Valore complessivo dei pezzi sequestrati, tra 15 e 20mila euro. Altre due denunce sono invece state effettuate a Nardò, questa volta nei confronti di ambulanti senegalesi che i militari hanno trovato in possesso circa un centinaio fra Cd e Dvd contraffatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel deposito accanto a casa mobili e forni rubati

LeccePrima è in caricamento