Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Otranto

Nel mare di Porto Badisco si fondono storia e leggenda

Uno scatto da Porto Badisco che sembra quasi una cartolina. Un mare limpido, una barca adagiata vicino alla scogliera. Secondo il mito, qui approdò Enea fuggendo da Troia

Porto Badisco

Uno scatto da Porto Badisco che sembra quasi una cartolina. Un mare limpido, una barca adagiata vicino alla scogliera. Località antichissima, uno dei posti del Salento dove storia e leggenda si fondono fra loro, secondo il mito fu proprio Porto Badisco il primo approdo italiano di Enea, mentre fuggiva da Troia. L'autore della foto, un nostro caro e assiduo lettore che salutiamo, ci ha chiesto di rimanere anonimo.

***

LeccePrima intende regalare questa nuova rubrica ai suoi lettori. Si chiama "La foto del giorno" e scopo dell'iniziativa è pubblicare sul nostro giornale gli scatti che vorrete inviarci con una semplice e-mail all'indirizzo redazione@lecceprima.it

Vi invitiamo pertanto a dare sfogo al vostro estro fotografico e a firmare per LeccePrima la "Foto del giorno". Ma sono gradite anche due righe di commento, se siete d'accordo: dove è stata scattata la fotografia, per esempio, quando e perché. E allora, armatevi di obiettivo, fateci vedere di cosa siete capaci e occhio allo scatto!

P.S.: Nel momento in cui invierete le foto sarà sempre la redazione di LeccePrima a decidere se pubblicarla, oppure no. Inoltre la e-mail che ci invierete varrà come autorizzazione per la pubblicazione della vostra fotografia.


Buon scatto a tutti!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel mare di Porto Badisco si fondono storia e leggenda

LeccePrima è in caricamento