Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Nella discarica reperti storici: nei guai un 45enne

Nella discarica in un podere stava prendendo fuoco un pò tutto. Tra le cianfusaglie e vecchi rottami, i militari hanno trovato anche reperti archeologici e per il proprietario è scattata una denuncia

L'intervento dei militari ha fatto scattare il controllo e con un rapido sopralluogo i carabinieri della stazione di Taviano hanno scoperto da dove e perchè si era sprigionata quella densa nube di fuoco che tanto stava allarmando gli stessi residenti. All'interno di un podere privato, in contrada "Sconvieni", si era sviluppato un incendio. Un rogo accidentale o ancora una volta un focolaio appiccato da qualche sconsiderato? Presto detto. Era stato lo stesso proprietario a dare fuoco ad una enorme catasta di vecchi travi ferroviarie, altamente tossiche. L'imprenditore, 45enne di Taviano, aveva combinato altre nefandezze, lasciando innumerevoli bidoni contenenti olii esausti, vario materiale ferroso, bombole di gas arrugginite ed autovetture.


Non solo...Tra i rifiuti, è spuntato un piccolo tesoro di manufatti che poco o nulla aveva a che vedere con i vari rottami. Sono stati infatti ritrovati un menhir in carparo delle lunghezza di 2 metri e mezzo, due cumuli di basole ed un basamento di tochio di frantoio ipogeo. E' stato richiesto l'intervento dell'Arpa per ulteriori accertamenti sullo stato di abbandono. L'uomo, invece, è stato denunciato in stato di libertà per aver gestito in maniera abusiva e incontrollata una discarica di rifiuti tossici. Sono inoltre scattati altri apoprofondimenti per risalire alla provenienza dei manufatti archeologici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella discarica reperti storici: nei guai un 45enne

LeccePrima è in caricamento