Cronaca

Nella lite minaccia donna con pistola ad aria compressa: nei guai pensionato

Un 63enne di Aradeo è stato denunciato nelle ultime ore. All'origine, un litigio per futili motivi

La caserma dei carabinieri di Aradeo

ARADEO – In un primo momento ha creduto che si trattasse di soltanto di una minaccia, quando però ha visto la pistola si è immediatamente rivolta alle forze dell’ordine. E’ accaduto nella serata di ieri, ad Aradeo, dove una malcapitata, durante un litigio, si è ritrovata davanti a un uomo con un’arma ficcata nei pantaloni.

Durante l’animata discussione, lui le ha volutamente indicato la pistola, per spaventarla. I carabinieri della stazione locale, allertati dalla donna, si sono messi subito sulle tracce del 63enne, un pensionato incensurato del luogo, per identificarlo e sottoporlo a perquisizione. I militari, assieme ai colleghi della compagnia di Gallipoli, lo hanno rintracciato poco dopo.

Effettivamente, come la donna aveva indicato, addosso deteneva una pistola softair, di quelle ad aria compressa. Al termine dei controlli, il 63enne è stato denunciato in stato di libertà con l’accusa di minaccia aggravata. Stando alla ricostruzione dei fatti, peraltro, il litigio sarebbe scoppiato per motivi banali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella lite minaccia donna con pistola ad aria compressa: nei guai pensionato

LeccePrima è in caricamento