Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Neonato muore nel letto della madre: inutile la corsa in ospedale. Forse soffocato da rigurgito

La tragedia è avvenuta a Presicce, nella casa della nonna, dove la giovane mamma, di 26 anni, s'è trasferita dopo la separazione. Il piccolo trasportato presso il "Cardinale Panico" di Tricase in ambulanza, ma all'arrivo i medici hanno solo potuto constatarne il decesso

PRESICCE – Tragedia nella comunità di Presicce, dove un bimbo di appena un mese è morto nel sonno, forse per un rigurgito. La scoperta è avvenuta soltanto nella mattinata, al risveglio della mamma, una giovane di 26 anni. E la disperata corsa in ospedale è risultata, purtroppo, vana. Il piccolo era già cianotico e per lui i medici non hanno potuto fare davvero nulla di più. Hanno solo dovuto constatarne il decesso. 

La giovane da qualche tempo risiede in casa della madre, dopo essersi separata dal compagno, con cui ha altri due figli più grandi. Si è trasferita in via Amerigo Vespucci, una delle strade principali del paese del Capo di Leuca, nel pieno centro.

Stando a quanto ricostruito fino a questo momento, sembra che il neonato avesse da qualche giorno un persistente raffreddore. Proprio per questo motivo, la sera precedente, dopo averlo allattato, invece di lasciarlo nella culla, la madre l’avrebbe tenuto accanto a sé, nel letto. Nel corso delle ore si sarebbe però assopita. E, in un momento imprecisato, il piccolo ha smesso di respirare. 

La mattina successiva la nonna avrebbe fatto ingresso nella stanza, non rendendosi conto di nulla nella penombra. Avrebbe visto la figlia addormentata, pensando che la stessa cosa stesse facendo il piccolo, uscendo per non disturbare.

E invece, il neonato con ogni probabilità era già spirato da diverse ore. La terribile scoperta, dunque, soltanto al risveglio della madre. La quale, però, a quel punto non aveva più nulla da fare, se non tentare una corsa tanto disperata, quanto inutile, verso l’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase, con un’ambulanza del 118.  

Purtroppo, la cosiddetta Sids (acronimo per Sudden Infant Death Syndrome, sindrome della morte improvvisa del lattate) ha una certa frequenza. I rischi sono sempre dietro l’angolo, per cui è importante seguire alcune piccole, ma importanti indicazioni, specialmente nei primi nove mesi, in particolare sulle posizioni da adottare, che devono essere adeguate. Il neonato nel letto deve sempre essere supino, in modo che il rigurgito torni indietro.

Non si dovrebbero inoltre usare cuscini e trapunte soffici, lasciare oggetti come giocattoli e, assolutamente, bisognerebbe evitare di fumare nelle vicinanze, perché questo vizio già di per sé pessimo, rischia di alzare notevolamene la soglia di rischio.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neonato muore nel letto della madre: inutile la corsa in ospedale. Forse soffocato da rigurgito

LeccePrima è in caricamento