Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Nessun illecito nella realizzazione del parco fotovoltaico, assolto Paride De Masi

Si è concluso con un'assoluzione il processo a carico dell'imprenditore salentino Paride De Masi, uno dei quindici imputati coinvolti nell'inchiesta sui presunti illeciti nella realizzazione di quattro parchi fotovoltaici dalla potenza complessiva superiore a 10 megawatt alla periferia di Brindisi

LECCE – Si è concluso con un’assoluzione il processo a carico dell’imprenditore salentino Paride De Masi, uno dei quindici imputati coinvolti nell’inchiesta sui presunti illeciti nella realizzazione di quattro parchi fotovoltaici dalla potenza complessiva superiore a 10 megawatt alla periferia di Brindisi, nei pressi all'area Sin (Sito di interesse nazionale) e della riserva naturale delle Saline di punta della Contessa.

Quella di De Masi, assistito dall’avvocato Massimo Manfreda, è una delle cinque assoluzioni emesse nel processo di primo grado. Per lui la pubblica accusa aveva chiesto una condanna a un anno e due mesi di reclusione e 12mila euro di ammenda. Il giudice ha condiviso la tesi della difesa, che ha evidenziato come a carico dell’imprenditore di Casarano non vi fosse alcun illecito. Dieci, invece, le condanne. Le accuse erano a vario titolo di lottizzazione abusiva (per l'illecito frazionamento), abusi edilizi e violazioni ambientali.

Al centro dell’inchiesta giudiziaria la realizzazione, nel 2011, di impianti di potenza superiore a 1 megawatt senza l'autorizzazione unica regionale, suddividendo l’impianto "artificiosamente" in due. I lavori sarebbero proseguiti nonostante il Comune di Brindisi avesse imposto la sospensione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun illecito nella realizzazione del parco fotovoltaico, assolto Paride De Masi

LeccePrima è in caricamento