rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Nessuna frode assicurativa, il gup di Torino proscioglie otto salentini

Il gup del Tribunale di Torino, Eleonora Pappalettere, ha prosciolto otto salentini nel corso dell'udienza preliminare scaturita da un'inchiesta su presunti falsi incidenti stradali. Il giudice ha accolto in pieno la tesi difensiva degli avvocati degli imputati

LECCE – Non c’è stata alcuna frode assicurativa. Il gup del Tribunale di Torino, Eleonora Pappalettere, ha prosciolto otto salentini nel corso dell’udienza preliminare scaturita da un’inchiesta su presunti falsi incidenti stradali. Il giudice ha accolto in pieno la tesi difensiva in merito al difetto di delega di proporre querele e costituirsi parte civile, vista la tardività della presentazione della querela. Inoltre, si espressa nel merito asserendo che comunque l’orientamento avrebbe portato al proscioglimento di tutti gli imputati perché il fatto non sussiste, poiché si trattava di un processo indiziario senza alcun fondamento probatorio.

Il pubblico ministero aveva chiesto, nel corso del giudizio abbreviato scaturito, una condanna a otto mesi di reclusione, mentre la parte civile, la compagnia assicurativa Fondiaria, aveva chiesto un risarcimento di 50mila euro più le spese.

Nove, come detto gli imputati: Domenico Ricciatoassistito dagli avvocati Alexia Pinto e Alessandro Costantini Dal Sant;  Federica CalogiuriDiego Pirazzo, Sandro Pallara e Giuseppina Cornacchia, assistiti dall’avvocato Alexia Pinto; Alessio e Adriano Tarantino, assistiti dall’avvocato Tommaso Valente; Silvia Patrimia, assistita dall’avvocato Clemente Grosso di Torino.

Due gli episodi finiti sotto la lente degli inquirenti, datati prima metà del 2012. Il procedimento era finito a Torino dopo la querela presentata dalla compagnia assicurativa, che nella città della Mole ha sede legale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuna frode assicurativa, il gup di Torino proscioglie otto salentini

LeccePrima è in caricamento