Cronaca

Nessuna omissione da parte del sindaco, assoluzione con formula piena

Il primo cittadino del Comune di Novoli era accusato di non aver fornito alcuni documenti alla Corte dei Conti della Puglia

LECCE – Assoluzione piena nel giudizio abbreviato a carico del sindaco di Novoli, Gianmaria Greco, al centro di una controversa vicenda giudiziaria. Il primo cittadino era accusato di rifiuto di atti d’ufficio per avere, nella sua qualità di primo cittadino, omesso di trasmettere alla Corte dei Conti per la Puglia i chiarimenti richiesti nel novembre del 2016 relativi al rendiconto di gestione 2014, impedendo lo svolgimento dell’attività di controllo prevista dalla legge.

Greco, assistito dall’avvocato Luigi Covella, ha ampiamente dimostrato, già in sede di interrogatorio, l’assoluta estraneità ai fatti contestati e la correttezza del proprio operato, avendo saputo della richiesta solo molte settimane dopo. Inoltre, non era compito del sindaco predisporre la documentazione e fornire i chiarimenti richiesti dalla Corte dei Conti. Da qui la richiesta di assoluzione formulata dallo stesso pubblico ministero e accolta dal gup con formula piena: perché il fatto non sussiste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuna omissione da parte del sindaco, assoluzione con formula piena

LeccePrima è in caricamento