Nessuna violenza sessuale nei confronti di una minore, assolto un 80enne

I fatti nel 2007. In primo grado era stato condannato a 8 anni di reclusione, ma in appello è arrivata l'assoluzione con formula piena

LECCE – La Corte d’Appello di Lecce (presieduta da Riccardo Mele) ha assolto G.C., 80enne di Ugento, dall’accusa di violenza sessuale, per fatti risalenti al 2007, ai danni di una ragazza sua concittadina, all’epoca di circa dieci anni.

A dare avvio alle indagini, condotte dai carabinieri di Ugento, la segnalazione di un medico che aveva visitato la ragazzina per patologie veneree. I sospetti si erano concentrati nei confronti di un gruppo di anziani che frequentavano i giardini pubblici di Ugento, accusati di aver avuto attenzioni sessuali nei confronti della ragazzina.

In primo grado, nel gennaio del 2015, i giudici avevano condannato l’anziano imputato ad otto anni di reclusione e al pagamento di provvisionali pari a 60mila euro, oltre a tutte le pene accessorie di rito. La Corte di Appello ha assolto l’imputato per non aver commesso il fatto, perché è riuscito a dimostrare la sua completa estraneità ai fatti che gli erano stati contestati sulla scorta delle dichiarazioni della ragazzina rilevatesi, evidentemente infondate, almeno nei suoi confronti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le parti civili sono state rappresentate dall’avvocato Alberto Ghezzi che, in udienza, si è associato alla richiesta del sostituto procuratore generale, Giovanni Gagliotta, di conferma della sentenza di condanna. L’imputato è assistito dall’avvocato Giuseppe Bonsegna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento