rotate-mobile
Cronaca Neviano

Col trucco della mail fasulla hacker spilla 500 euro a pensionato

Con il web ci sapeva fare, il pirata informatico, anche se questa volta la tecnica utilizzata da un 50enne di Caserta, già noto alle forze dell'ordine, denunciato poi per frode era abbastanza semplice: una mail falsa da far girare

 

NEVIANO - Con il web ci sapeva fare, un hacker a tutti gli effetti, anche se questa volta la tecnica utilizzata da un 50enne di Caserta, già noto alle forze dell'ordine per le sue truffe nella Rete, poi denunciato per frode informatica, è abbastanza semplice ma efficace: una mail fasulla da fare girare ai destinatari di posta elettronica ma del tutto identica ad una autentica, con la quale si fa credere al mittente di aver diritto a percepire un bonus in denaro da parte di una fantomatica agenzia di servizio.

L'uomo, nel luglio del 2011, era riuscito a procurarsi l'accesso al conto corrente di un pensionato di 65 anni, arrivando a spillare alla vittima 650 euro. Le indagini, condotte dai carabinieri della stazione di Neviano, coordinati dalla compagnia di Gallipoli, sono state avviate subito dopo la denuncia della vittima, accortasi dell'ammanco sui suoi risparmi. Le indagini, non proprio semplici, hanno comunque permesso di risalire all'indirizzo Ip del pirata informatico e di ricostruire quanto accaduto. E per lui è scattata la denuncia.

Ma cosa era successo, esattamente? Il pirata della Rete aveva inviato una mail “mascherandosi” da Postepay. Nel corpo della mail, il testo illustrava un modo semplice per ottenere un bonus di 150 euro: all’utente sarebbe bastato avere 500 euro sul conto. Il 65ennne, sul conto Postepay personale, non disponeva, però, di quella cifra, dunque, ha pensato bene di ricaricarlo. Ma quando è andato a verificare, invece di trovare 650 euro, s’è visto il conto pari a zero. Si tratta di frodi piuttosto comuni e sono decine, ogni anno, i casi di phishing in cui incappano alcuni ingenui utenti di Internet. I più sono in grado di riconoscere facilmente le truffe, da piccoli dettagli, ma ancora troppe persone, purtroppo, non riescono a difendersi dai malintenzionati.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Col trucco della mail fasulla hacker spilla 500 euro a pensionato

LeccePrima è in caricamento