Cronaca

Niente patente, ma tanta eroina. Passa col rosso e attira la finanza

Cristina Peluso è stata bloccata con più di 50 grammi di droga al volante di un'auto, mentre passava al semaforo senza attendere il verde, in zona Salesiani. Non aveva neanche carta la di circolazione e la copertura assicurativa

 

LECCE – Passare con il rosso non solo è un rischio che può comportare pericoli notevoli, ma, nel caso di Cristina Peluso, 30enne di Lecce, è stata anche e soprattutto la scintilla che ha innescato una serie di eventi a catena che hanno portato al suo arresto e ad altri provvedimenti. Fermata nella tarda serata di ieri da una pattuglia dei militari della guardia di finanza, la giovane donna è risultata sprovvista di patente - fatto per cui è stata denunciata a piede libero -, ma ben provvista di altro. Aveva addosso, infatti, sostanze stupefacenti. Eroina, per la precisione. E neanche poca: poco più di 50 grammi.

In tutto questo, quando è stata condotta presso la caserma per i controlli, un paio di amici suoi si sono messi a loro volta nei guai, perché, precipitatisi nel comando per vedere cosa stesse accadendo, sono stati trovati in possesso di qualche grammo di marijuana, fatto per il quale sono stati entrambi segnalati al prefetto. Tanta la foga di accorrere, che prima di varcare la soglia, non si sono neanche sbarazzati dell’erba che avevano in tasca.

Tutto è avvenuto quando i baschi verdi della compagnia di Lecce hanno bloccato la 30enne, peraltro già nota alle forze dell’ordine, dopo averla vista passare con una certa foga a un semaforo della zona Salesiani, senza attendere che scattasse il verde. Di fatto, sembra che la ragazza si sia tradita da sola, perché proprio la vista dell’auto, che stava svolgendo un normale pattugliamento, l’ha messa in angoscia, dato il carico scottante che aveva addosso. Ma, una volta entrata nel panico, non ha fatto altro che attirare l’attenzione dei finanzieri.

FOTO-83-7I militari, infatti, quando hanno bloccato Cristina Peluso, con il cane antidroga Alex, hanno ispezionato l’autovettura, che ha avvertito la presenza di “qualcosa” di sospetto. Ma, prima ancora di condurla in caserma per un’ispezione con personale femminile (di cui s’è occupata personalmente il capitano Laura Patriarca, comandante della compagnia del capoluogo), hanno constatato l’assenza della copertura assicurativa, della carta di circolazione e della patente, mai conseguita.

In caserma, dopo il controllo, è emerso il fatto più importante: la ragazza aveva 51,03 grammi di eroina, probabilmente pronti per essere spacciati. Mentre i due amici, giunti nelle vicinanze della caserma per sincerarsi delle sue condizioni, sono stati trovati con 2,2 di marijuana, per uso personale. Per la donna, inevitabilmente, è scattato l’arresto. E’ stata condotta presso la casa circondariale di Lecce, a disposizione del pm di Turno, Paola Guglielmi. 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente patente, ma tanta eroina. Passa col rosso e attira la finanza

LeccePrima è in caricamento