Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Gallipoli

Niente scuola per i figli, altri genitori denunciati

Arrivano a ventidue le segnalazioni dei carabinieri dopo le verifiche avviate a metà settimana. Sei nuovi casi scoperti oggi fra Gallipoli e Alezio. Al vaglio anche altri episodi critici a Galatina

Copia_(2)_di_DSCN0250

GALLIPOLI - Sale il numero di genitori denunciati per non aver mandato i figli a scuola. Giovedì erano sedici, ora sono diventati ventidue. I carabinieri della compagnia di Gallipoli hanno proseguito negli approfondimenti dell'iniziativa avviata a metà settimana, deferendo alla procura, questa mattina, altri sei fra padri e madri per inosservanza dell'obbligo dell'istruzione nei confronti dei propri figli minori. Un fenomeno antico, quello della dispersione scolastica, sul quale è aumentata la vigilanza, e che però, ogni anno, nel solo Salento, si rinnova con numeri sempre piuttosto alti.

I nuovi denunciati sono due genitori di Gallipoli, con figli di 14 e 15 anni, e quattro di Alezio, padri e madri di ragazzini fra gli 11 e i 12 anni. Giovani e giovanissimi che avevavo accumulato, dall'inizio dell'anno scolastico, fin troppe ore di assenza, senza giustificato motivo. Ma al vaglio dei carabinieri, vi sono anche altre due situazioni definite critiche, che vedono al centro minorenni di Galatina. Casi che saranno attentamente monitorati, anche tramite la segnalazione e l'intervento dei servizi sociali. I ragazzi hanno già accumulato svariate decine di ore di assenza scolastica. Praticamente, a stento conoscono la loro aula.


Ma il controllo a largo raggio dei militari è andato anche oltre, rispetto alla questione prettamente educativa, soffermandosi anche su eventuali episodi di bullismo e verificando, inoltre, se in diverse scuole, non girassero droghe leggere. E a Nardò, ieri, con la collaborazione del nucleo cinofili dei carabinieri di Modugno, i militari, nel corso di controlli presso un istituto superiore, nel piazzale antistante l'ingresso, hanno trovato un sacchetto di cellophane con dentro 4 grammi di marjiuana, presumibilmente gettato da qualche studente alla vista del cane antidroga. E poiché le verifiche continuano, non è da escludere che, nei prossimi giorni, arrivino sui tavoli delle autorità segnalazioni di altri episodi di dispersione scolastica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente scuola per i figli, altri genitori denunciati

LeccePrima è in caricamento