Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Giuggianello

"NO AL PARCO EOLICO CHE SORGERA' A GIUGGIANELLO"

Insorgono gli ambientalisti dinanzi al progetto avviato di un parco eolico imponente la cui destinazione è una zona d'interesse archeologico. Gli ecologisti: "Sì, all'eolico, ma servono regole certe"

No alla paventata realizzazione di un parco eolico nel comune di Giuggianello: questa la risposta unanime, emersa in un incontro al Castello aragonese di Otranto, dove alcune associazioni ambientaliste locali, tra cui la sezione cittadina di Legambiente, il Wwf di Otranto, il Centro di Educazione Ambientale di Pasquale Urso, l'Enpa ed altre piccole realtà a vocazione ecologista, si sono riunite per dar vita ad un unico soggetto, che sappia affrontare in sinergia le priorità ambientali del territorio. Gli ambientalisti di questa costituente aggregazione si sono detti perplessi e contrari in modo particolare al progetto regionale, che dovrebbe prevedere la realizzazione a breve, nel piccolo comune di Giuggianello, di un imponente parco eolico: incertezza e preoccupazione la fanno da padrone, visto che, ad oggi il progetto è un perfetto sconosciuto.

Ma stando alle indiscrezioni che trapelano, le perplessità sarebbero giustificate: sembra, infatti, che il parco dovrebbe essere realizzato con 16 (ma si è parlato di un minimo di 14 per un massimo persino di 28) pale di 120 m l'una, in un luogo, ricco di serre e a ridosso della grotta rupestre di San Giovanni e di insediamenti di era preistorica. Un'opera che, quindi, nella sua imponenza otterrebbe un effetto contrapposto alle finalità per cui verrebbe realizzato e che risulterebbe fortemente impattante, potendo neanche giustificarsi con l'obiettivo dell'autonomia energetica del piccolo comune: a tale scopo, infatti, secondo gli esperti del settore, basterebbe una sola pala (con dimensioni ben più ridotte) per garantire il fabbisogno energetico da Giuggianello a Poggiardo. Nei giorni scorsi, tra l'altro, non era casuale, dunque, di un convegno sulle energie rinnovabili tenutosi proprio nel piccolo comune dell'entroterra salentino.

Gli ambientalisti guardano, dunque, con sospetto al progetto ed insorgono: a loro nome, interviene Giorgio Miggiano, responsabile della sezione cittadina otrantina di Legambiente, che afferma: "Ci siamo riuniti per visionare le carte del progetto, che aveva subito diverse modifiche in questi anni, anche perché abbiamo ritenuto erroneamente che quello fosse un progetto solo pensato e che mai sarebbe stato realizzato. Ma oggi, dinanzi all'accelerazione improvvisa della politica regionale sul parco eolico da realizzarsi sulle serre di Giuggianello, diciamo in maniera assoluta no, perché provocheremmo un danno e un torto verso l'eolico stesso". "Non siamo contro l'eolico - precisa- che anzi va sostenuto, siamo, però, dell'idea che esso vada regolamentato. A tal proposito, chiediamo un impegno preciso alla Regione Puglia perché legiferi in maniera seria sull'eolico, dettando lì dove possibile dei paletti, perché il rischio, che si corre, è che piccoli comuni come Giuggianello, possano creare in un sito di particolare interesse naturalistico e paesaggistico un parco eolico di tale grandezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"NO AL PARCO EOLICO CHE SORGERA' A GIUGGIANELLO"

LeccePrima è in caricamento