Cronaca

Non ci fu concussione, assolti due agenti della polizia stradale

Si è chiusa con un'assoluzione piena, "perché il fatto non sussiste", la lunga vicenda giudiziaria degli agenti della polizia stradale Roberto Tarantino e Cosimo De Giuseppe. La sentenza è stata emessa dalla Corte d'appello

 

LECCE – Si è chiusa con un'assoluzione piena, "perché il fatto non sussiste", la lunga vicenda giudiziaria degli agenti della polizia stradale Roberto Tarantino, 57enne di Copertino, e Cosimo De Giuseppe, 64enne di Minervino di Lecce. La Corte d’appello ha assolto i due imputati.

I fatti contestati fanno riferimento al giugno del 2005. I due erano accusati del reato di concussione per aver preteso tra i 5 e i 10 euro nel corso del servizio di vigilanza stradale sulla strada provinciale Neviano-Aradeo, fermando in più occasioni, al fine di sottoporlo a controllo, il camion condotto da un uomo per evitare le attività di controllo ed ogni possibile contestazione.

Tarantino, assistito dall'avvocato Francesca Conte, ha impugnato la sentenza di primo grado dinanzi ai giudici della Corte d’appello (presidente Francesca Mariano) che, accogliendo in pieno la tesi difensiva, hanno assolto con formula piena l'imputato, chiudendo così definitivamente una lunga odissea giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non ci fu concussione, assolti due agenti della polizia stradale

LeccePrima è in caricamento