Cronaca Via Brindisi

Non risponde, chiamati i vigili del fuoco: trovato morto in casa a soli 39 anni

Hanno dovuto forzare la porta per entrare nell'abitazione. La triste scoperta nella stanza da letto. E' successo a Casarano

CASARANO – Sgomento a Casarano per la morte di A.D.S., un 39enne del posto, ex parrucchiere. Al momento dell’accesso in casa, i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli hanno trovato il giovane riverso nella stanza da letto, con accanto una siringa. Sarà dunque l’esame autoptico, richiesto dal magistrato di turno, ad accertare le cause precise del decesso, ovvero se imputabili a un'overdose. 

Certo è che, per tutta la mattinata, il 39enne, residente in via Brindisi, non s’è fatto né sentire, né vedere, presso alcun amico o parente, tantomeno ha risposto alle telefonate. E’ stata la sorella la prima a insospettirsi, richiedendo soccorso. Sul posto sono arrivati gli operatori del 118, ma la porta di casa era chiusa, nessuna finestra appariva forzata. 

L’unico modo per accedere nell’appartamento era di forza. Ecco perché, in via Brindisi, si sono diretti i vigili del fuoco. Hanno aperto l’uscio e perlustrato le stanze. Fino alla tragica scoperta. Il decesso del 39enne è stato accertato dagli operatori sanitari. Considerando il contesto in cui è avvenuto il ritrovamento del cadavere, sono intervenuti anche i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile e il pubblico ministero di turno presso la Procura, per tutti gli accertamenti. Considerando l'assenza di segni d'effrazione, resta ora solo l'esame necroscopico per accertare l'evento scatentante di una morte così prematura. La salma si trova nella camera mortuaria del "Vito Fazzi" di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non risponde, chiamati i vigili del fuoco: trovato morto in casa a soli 39 anni

LeccePrima è in caricamento