Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Non si reca in caserma a firmare, scatta nuovo arresto ai domiciliari

Gianluca Santo De Vitis, 26enne di Racale era già stato fermato con l'accusa di spaccio a fine dicembre. Si aggrava la misura

RACALE – Gianluca Santo De Vitis, 26enne di Racale, torna ai domiciliari. Arrestato proprio alla fine di dicembre con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, era stato in seguito scarcerato, ma con un’unica restrizione: recarsi presso la caserma del suo paese ogni giorno, dalle 12 alle 13 (tranne sabato e domenica) per firmare la sua presenza.

Un precetto, però, che sarebbe stato violato più volte. Tanto che ieri i carabinieri della stazione di Racale gli hanno notificato un decreto di aggravamento della misura cautelare, emesso dalla Prima sezione penale del Tribunale di Lecce. Nell’udienza di convalida, il gip Vincenzo Brancato gli aveva restituito la libertà, imponendogli quell’unico ordine, evidentemente disatteso in più di qualche occasione. 

DE VITIS GIANLUCA SANTO-3Alla presenza dell'avvocato difensore Giacinto Mastroleo, aveva spiegato di essersi procurato la marijuana (345 grammi in tutto) per uso personale. Ad arrestarlo erano stati i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Casarano, che, in casa, avevano trovato marijuana. Solo 8 grammi erano stati consegnati spontaneamente dal giovane, forse sperando di cavarsela con una semplice segnalazione.

Controlli più approfonditi nel garage, però, avevano fatto emergere molta più sostanza, nascosta in un sacchetto nero da spazzatura, a sua volta inserito in una scatola di cartone da scarpe lasciata sul sedile dell'auto. Nella cucina, inoltre, erano stati trovati due rotoli di nastro isolante di colore nero, un grinder usato di solito per tagliuzzare la sostanza e alcuni ritagli di cellophane di colore bianco a forma circolare, utilizzati per confezionare le dosi. Sul divano, un bilancino di precisione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si reca in caserma a firmare, scatta nuovo arresto ai domiciliari

LeccePrima è in caricamento