Nonostante il divieto di avvicinamento continuava a perseguitare una donna

Violato l'ordine del giudice, per un 26enne leccese scattano gli arresti domiciliari. La misura è stata eseguita dai carabinieri

LECCE – B.A., un 26enne di Lecce, è stato arrestato domiciliari per aver violato l’ordine del giudice di non avvicinarsi a una donna, già in passato vittima di atti persecutori. Ma a quanto pare, nonostante il divieto di avvicinamento, avrebbe continuato con gli atteggiamenti molesti. Ragion per cui, ora la situazione si è oltremodo aggravata.

L’’ordinanza nei confronti del 26enne è stata emessa dalla sezione del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce ed eseguita nelle scorse ore dai carabinieri della stazione di Lecce Principale. Reiterati, dunque, sarebbero stati gli atteggiamenti nei confronti della vittima, tanto da obbligare a una misura più severa. Il giovane è stato destinato agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Breve temporale, ma il fulmine si abbatte sulla casa: impianto elettrico fuori uso

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Salento in lutto per la perdita di Luigi Russo, protagonista di lotte per ambiente e diritti

  • Ruba offerte e collanina, poi urina sull’altare: denunciato dopo un controllo nel “compro oro”

Torna su
LeccePrima è in caricamento