Nonostante il divieto di avvicinamento continuava a perseguitare una donna

Violato l'ordine del giudice, per un 26enne leccese scattano gli arresti domiciliari. La misura è stata eseguita dai carabinieri

LECCE – B.A., un 26enne di Lecce, è stato arrestato domiciliari per aver violato l’ordine del giudice di non avvicinarsi a una donna, già in passato vittima di atti persecutori. Ma a quanto pare, nonostante il divieto di avvicinamento, avrebbe continuato con gli atteggiamenti molesti. Ragion per cui, ora la situazione si è oltremodo aggravata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’’ordinanza nei confronti del 26enne è stata emessa dalla sezione del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce ed eseguita nelle scorse ore dai carabinieri della stazione di Lecce Principale. Reiterati, dunque, sarebbero stati gli atteggiamenti nei confronti della vittima, tanto da obbligare a una misura più severa. Il giovane è stato destinato agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Esce in bici e poi telefona alla famiglia: "Mi sono perso". Ore di ansia per un 80enne

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

Torna su
LeccePrima è in caricamento