Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Via Basento

Nota intruso nel palazzo e lo insegue, ma inciampa nel vaso e gli sfugge

Rocambolesca vicenda a Santa Rosa. Sul posto un paio di volanti di polizia. Un afghano ha tentato invano di acciuffare un tipo sospetto infilatosi nel palazzo: forse un ladro o un truffatore

Una volante nel rione Santa Rosa (repertorio).

LECCE – Che cosa intendesse fare quell’individuo, non si saprà mai. Di certo non tornerà indietro a raccontarlo. Il fatto stesso che sia fuggito, però, non indica una visita di piacere. A inseguirlo ci ha provato uno degli inquilini di una palazzina nel rione Santa Rosa, ma ha dovuto demordere a causa dell’impedimento dovuto alle sue ciabatte da piscina. Ha pure provocato qualche piccolo danno, rischiando magari di ferirsi, ma alla fine è riuscito comunque a far scappare l’intruso. Come dire: è il risultato che conta.  

La vicenda è, di certo, rocambolesca, e risale al pomeriggio di mercoledì. In una palazzina di via Basento, un residente, cittadino di origine afghana, ha notato un soggetto mai visto prima affacciarsi nell’atrio in modo che deve essere apparso circospetto. Qualcuno, poco prima, doveva aver lasciato il portone aperto e così l’uomo ha avuto semplice accesso.

Un ladro che tastava il terreno per capire se ci fosse possibilità di rubare in qualche appartamento? O che magari intendeva passare all’azione diretta? O un “semplice” truffatore, di quelli che girano citofonando agli anziani e presentandosi come finti addetti di Comune, Enel e via dicendo per spillare qualche quattrino?

Certo è che l'inquilino straniero s’è accorto di quella presenza nei pressi di una porta e quando gi sguaedi dei due si sono incrociati, lo sconosciuto ha pensato bene di levare le tende in fretta e in furia. Il residente era però intenzionato a capire chi fosse e cosa volesse e così s’è messo all’inseguimento. Prima, però, ha urtato contro un vaso sul pianerottolo, che è precipitato fragorosamente giù per le scale, rappresentando un primo, determinante oscatolo, poi, dopo meno di una trentina metri, ha dovuto desistere dall’inseguimento: in ciabatte non poteva andare lontano e, anzi, già indolenzito dall'urto, ha rischiato il più classico dei “ribaltamenti”.

Così, il malintenzionato è riuscito a scappare, mentre gli altri residenti, allarmati dal trambusto, hanno chiamato la polizia. Sul posto sono arrivate un paio di volanti di polizia che hanno perlustrato la zona, cercando l’individuo sulla base delle descrizioni fornite, ma senza più trovarlo. Ad ogni modo, in una maniera un po’ singolare, un possibile reato è stato evitato.       

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nota intruso nel palazzo e lo insegue, ma inciampa nel vaso e gli sfugge

LeccePrima è in caricamento