Cronaca

Notte bianca, la carica dei duecentomila

Una vera e propria invasione: fiumi di persone si sono riversate a Lecce da tutta la regione per assistere all'evento. Dal centro alle periferie, musica e spettacoli fino alle soglie dell'alba

Il concerto degli Opa Cupa, nei pressi di Palazzo dei Celestini, visto da dietro il palco

Duecentomila, cifra più, cifra meno. Si calcola che tanti siano stati ieri notte i visitatori che hanno preso d'assedio Lecce. Per ammassarsi in piazza Sant'Oronzo ed assistere al concerto di Paolo Belli, per poi riversarsi nelle arterie principali del centro storico ed entrare negli splendidi palazzi Barocchi, trasformati per una notte in immensi spazi espositivi e in laboratori di teatro e danza, e ancora per raccogliersi nelle tante piazzette e assistere un po' stupiti a quegli eventi musicali solitamente ospitati in discoteche e balere, e invece questa volta ricreati sotto un tetto di stelle, con la luna sorridente e alle spalle delle chiese.

La "Notte Bianca" ha trasformato Lecce in una città-evento. Un esperimento ben riuscito, in cui protagonisti non sono stati solo gli artisti chiamati a ravvivare la serata, fino alle soglie dell'alba, ma gli stessi cittadini, che hanno aperto le braccia agli ospiti giunti da tutta la Puglia per accoglierli in pub e negozi e poi invitarli a ballare ovunque, dal centro alle periferie.

LeccePrima vi offre una carrellata di immagini e video per raccontare alcune fasi dell'evento. Buon divertimento e? se avete vostre immagini, mandatele pure: ravviveranno ancor di più la photogallery.

Ecco di seguito il programma, così come si è svolto:

Piazza Sant'Oronzo ha ospitato a partire dalle 23 il concerto di Paolo Belli, ex leader dei "Ladri di biciclette". La sua voce ha infiammato la città fino a notte fonda. In prima serata, letture di Pierluigi Mele e concerto di Davide Tarantino.

All'interno dell'ex Convento dei Teatini sono stati organizzati diversi eventi: in prima serata, risate a scena aperta con "Il mercato dei sogni" dell'associazione Nuove Sperenza, quindi, il fascino del tango e della milonga, ad opera di"Blu Tango". Le splendide sale interne, invece, hanno ospitato la mostra "L'ecce?zione nei particolari - Micro, Macro e Cromie", a cura di Punto a Sud Est e Id&a.

Piazzetta Duca d'Atene ha ospitato tre distinti eventi musicali: il blues di Lucia Manca, lo show case acustico di Antonio Frisino ed il concerto di Anima Lunae.

Musica anche in via Umberto I, fra gli incantevoli scenari di Palazzo dei Celestini e chiesa di Santa Croce. Si sono avvicendati il dj Luigi Zappa, il Gabriele Poso sextet e gli Opa Cupa, con le loro sonorità balcaniche.

Un angolo di Rio in piazzetta Falconieri: ritmo e acrobazie con l'officina di capoeira di Kell Malicia e le musiche di Banda Brasil.

L'area live di via Dalmazio Birago è stata dedicata alla musica salentina, fra tradizione ed innovazione. Gli appassionati hanno potuto assistere alle performance dell'Uccio Aloisi Gruppu, di Pino Zimpa e per finire alla Dance hall Sud Sound System. E si tratta di gruppi e personaggi che non hanno certo bisogno di presentazioni.

Viale degli studenti dedicata invece alle sonorità più hard da discoteca: la turntable crew ha fatto ballare centinaia di giovani al ritmo indiavolato di jungle, drum'n'base ed elettronica.

In via Paladini, a partire dalle 21,30, spazio alla cultura con le poesie di Giampiero Paladini ed il workshop "L'arte di fare l'attore", con Franco Alberto Cucchini.

Via Libertini dedicata ai palati fini: "Notte Divin", degustazioni gastronomiche a cura di "White". Evento ripetuto anche nella Villa comunale, dove successivamente si è parlato di musica classica con Eraldo Martucci.
Altri due eventi musicali a Porta Rudiae: la Banda della Brigata Pinerolo e successivamente il concerto di Enzo Petrachi.

Il Teatro Paisiello ha invce aperto le porte allo spettacolo "Miss Universo": verve e simpatia con la bravissima Angela Finocchiaro, attrice che ha ricoperto numerosi ruoli comici di primo piano in film e rappresentazioni teatrali.

Locali della "movida" (dove c'è stata più "movida" del solito, è davvero il caso di dire), a partire dalle 18, hanno accolto "Movid art", stage di Design e architettura.

L'ex conservatorio Sant'Anna Mostra ha ospitato la mostra collettiva di arte figurativa a cura di Roberto Buttazzo e Cosimo Tondo.

Due distinte situazioni in piazzetta Santa Chiara: alle dimostrazioni di Playstation 3, a cura di Videomania, è seguita la performance di Dj Tony Rucola, con musica anni '70 e '80.

Galleria Piazza Mazzini, a partire dalle 20.30, s'è svolta la manifestazione "Galleria in festa", con musica, arte e degustazioni.


In via Trinchese, infine, di fronte alla pasticceria Natale, Radionorba live.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte bianca, la carica dei duecentomila

LeccePrima è in caricamento