rotate-mobile
Cronaca

Notte di sbarchi nel Salento, intercettatate due imbarcazioni dalle fiamme gialle

Sono 24 i migranti scoperti dai militari a bordo di un natante e di un veliero. Tra loro anche 5 minori e una donna incinta. Tre le persone arrestate. i due skipper georgiani e lo scafista greco

LECCE – Notte di sbarchi e di migranti nel Salento, dove le unità aeronavali della Guardia di finanza impegnate nell’operazione “Themis 2018” dell’Agenzia Frontex, hanno localizzato due imbarcazioni sospette. In particolare, i militari delle unità navali del Reparto operativo aeronavale di Bari hanno intercettato prima una piccola imbarcazione a motore e poi, qualche ora dopo, un veliero, entrambe dirette verso le coste italiane e ritenute sospette per la linea di galleggiamento molto bassa, che lasciava presupporre il trasporto di un carico irregolare. Il controllo effettuato a bordo delle imbarcazioni ha consentito ai finanzieri di accertare la presenza di numerosi migranti irregolari, stipati anche sottocoperta.

L’imbarcazione, un semicabinato di circa 7 metri, privo di bandiera e denominato “XIO∑ N” ed il veliero, battente bandiera inglese, sono stati condotti presso il porto di Leuca e sottoposti a sequestro, mentre in banchina era già pronto il dispositivo di accoglienza, anche sanitario, predisposto dal piano prefettizio e attivato dal comando provinciale della Guardia di finanza di Lecce, in coordinamento con le locali prefettura e questura.

I 24 migranti (tra cui una donna incinta e 5 minori) erano suddivisi in diversi nuclei familiari, di nazionalità irachena, iraniana e curda, di cui 7 individuati a bordo del piccolo natante e 17 sul veliero, sono stati condotti presso il centro d’accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto.

Le indagini condotte dai militari della sezione operativa navale delle fiamme gialle di Gallipoli e dal “pool antimmigrazione investigativo interforze”, hanno portato all’arresto per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina dei due skipper, A.D, 42 anni; e R.L., 45 anni; entrambi georgiani, e dello scafista, E.M., 52 anni, greco.

L’operazione conferma l’efficienza del dispositivo di presidio marittimo messo in atto dalla Guardia di finanza quale “polizia del mare”, a contrasto dei traffici illeciti rivolti verso le coste nazionali e dell’Unione Europea. Dall’inizio dell’anno sono oltre 300 i migranti irregolari, provenienti dal mare, giunti in Puglia, 17 gli scafisti arrestati e 9 le imbarcazioni sequestrate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di sbarchi nel Salento, intercettatate due imbarcazioni dalle fiamme gialle

LeccePrima è in caricamento