Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Nuove Br: Non sottovalutare connessioni con il Salento

Il monito arriva da Adriana Poli Bortone, coordinatore regionale di An, in risposta alle dichiarazioni rese da Alberto Maritati, sottosegretario agli Interni

Dopo le dichiarazioni rese questa mattina da Alberto Maritati, sottosegretario agli interni, il quale ha escluso il coinvolgimento di personaggi che vivono nel Salento nell'inchiesta che ha portato all'arresto di diversi esponenti delle "nuove Brigate Rosse" (nello specifico, in relazione all'arresto di Claudio Latino, originario di Soleto), è giunta nel pomeriggio la replica di Adriana Poli Bortone, coordinatore di Alleanza Nazionale in Puglia: "Con i tempi che corrono - ha dichiarato - non ci possiamo permettere il lusso di escludere eventuali connessioni con il territorio salentino dei brigatisti arrestati".

"Non credo che il sottosegretario Maritati, anche per l'importante delega che ha ricevuto - ha proseguito Adriana Poli Bortone - voglia sottovalutare il fenomeno, anche perché vale la pena ricordare che negli anni di piombo qualche cellula delle Br fu rintracciata proprio nel Basso Salento. Si ricordi la storia di Rocco Micaletto. Non vogliamo assolutamente porre semplicisticamente in relazione le presenze di Curcio a Lecce ed i soggetti in questione, ma nessuna pista deve essere accantonata subito, considerata peraltro la posizione strategica dell'Italia e del Salento in particolare nell'area mediterranea".


"Non me la sento nemmeno - ha aggiunto il coordinatore di An in Puglia - di mettere da parte "sic et simpliciter" la vicenda del dossier Mitrokhin e delle eventuali implicazioni di soggetti del nostro territorio, dal momento che nessuna luce ad oggi è stata fatta, nemmeno dagli esponenti diessini che pure sono stati invocati per un chiarimento. Se si mettono insieme queste situazioni il quadro può diventare inquietante e dunque degno dei doverosi interventi investigativi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove Br: Non sottovalutare connessioni con il Salento

LeccePrima è in caricamento