Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Nuove frontiere del commercio. Via libera ai “Distretti” di Gallipoli e Nardò

Approvati e finanziati con 55 mila euro i due progetti dei Distretti del commercio per valorizzare negozi, imprese e produzioni locali

GALLIPOLI - Buone notizie per il Comune di Gallipoli e quello di Nardò: entrambi le amministrazioni comunali  hanno ottenuto il via libera e il relativo finanziamento dalla Regione Puglia per il progetto del Duc, il Distretto urbano del commercio. Riqualificare il commercio per potenziare i servizi al cittadino: è questa la finalità primaria del “distretto”, così come definito dalla stessa Regione, inteso come un’area con caratteristiche omogenee del territorio in cui operano soggetti aventi lo stesso obiettivo. Dopo la fase procedurale passata anche attraverso le approvazioni delle relative delibere dei consigli comunali e della giunta di adesione e partecipazione al bando regionale è ora tempo per il tessuto economico della due cittadine di passare alla fase costruttiva e operativa della programmazione con l’obiettivo ambizioso di rilanciare i consumi e aumentare l’attrattività commerciale e turistica dei territori interessati. Entrambi i Comuni hanno ottenuto la quota richiesta di finanziamento pari a 55 mila euro.

     
DISTRETTO URBANO DEL COMMERCIO NELLA CITTA’ BELLA
Un primo step superato per il Comune di Gallipoli che ha presentato la domanda di ammissione al progetto il 12 ottobre scorso: il contributo richiesto, pari a 55 mila euro, è stato approvato in toto e coprirà sia la formazione diretta alle imprese per la diffusione delle attività del progetto, sia l’organizzazione di eventi e di incontri che le spese concernenti  le infrastrutture tecnologiche per la realizzazione di data analytics hub e servizi comuni. Un impegno portato avanti dall’assessore alla Creatività, Emanuele Piccinno, che detiene la delega specifica al commercio. “Il Distretto Urbano del Commercio è sempre stato uno degli obiettivi principali, oserei dire una promessa, che si sta realizzando” commenta il referente della giunta Minerva, “grazie alla Regione Puglia che ha creduto nella bontà del progetto, possiamo ora procedere e costruire un percorso valido. Entro trenta giorni si dovrà provvedere alla costituzione dell’Organismo autonomo di gestione così come previsto dal progetto per poi passare alla fase operativa”. Sulla necessità di realizzare il Distretto urbano del commercio della città bella era stata avanzata, già da un paio d’anni, anche la richiesta da parte dell’Associazione commercianti e imprenditori di Gallipoli presieduta da Matteo Spada.  


ANCHE A NARDO’ FINANZIATO IL DUC, VIA AL PERCORSO PER LA “COSTRUZIONE” 
La Regione Puglia ha accolto nei giorni scorsi anche la richiesta di contributo del Comune di Nardò, per un importo di 55 mila euro, per il progetto del Distretto urbano del commercio, costruito con l’obiettivo ambizioso di rilanciare i consumi e aumentare l’attrattività commerciale e turistica della città. Con questo strumento, infatti, l’amministrazione comunale vuole cogliere l’opportunità affinché le imprese del commercio facciano rete e che questa rete abbia interazioni fortissime con soggetti operanti nel campo del turismo, dell’agricoltura di qualità, dell’artigianato d’eccellenza e dell’innovazione tecnologica. Per esempio, valorizzando le produzioni locali dell’artigianato e dell’agricoltura e le relazioni tra produttori e tessuto commerciale, sviluppando attività di marketing, migliorando la distribuzione, riqualificando l’arredo urbano, mettendo a punto azioni sulla sicurezza. 
Il consiglio comunale neretino alcuni giorni addietro ha già deliberato la costituzione dell’associazione del Distretto urbano del commercio di Nardò, costituita dal Comune di Nardò, da Confcommercio Lecce e da Confesercenti Puglia, unitamente all’approvazione dell’accordo di distretto e la messa a disposizione di 13 mila euro, quale quota di cofinanziamento, per le attività previste dal progetto. Da questo momento prende avvio un periodo di confronto proficuo con gli operatori del settore per costruire insieme il miglior strumento possibile e riempirlo di contenuti concreti. 
“Il Duc è un grande progetto strategico per il commercio e più in generale per la crescita della nostra città” commenta l’assessore allo Sviluppo economico, Giulia Puglia, “uno strumento che ci consentirà finalmente di spingere il settore, a condizione che le imprese e i singoli operatori adesso partecipino a questo grande processo. Il Distretto dovrà essere arricchito delle idee e dei contenuti di qualità di chi vive di commercio e ne conosce alla perfezione esigenze, problemi e prospettive. Sono certa che i commercianti neretini vorranno attivamente contribuire a questo percorso partecipato e diventare essi stessi gli artefici della crescita. Possiamo valorizzare le imprese, i prodotti, i luoghi, migliorare le competenze, innovare e riqualificare il territorio, è un’occasione senza precedenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove frontiere del commercio. Via libera ai “Distretti” di Gallipoli e Nardò

LeccePrima è in caricamento