Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Nuovi controlli nei punti caldi: sanzioni a un locale e provvedimenti

Una trentina le persone controllate, fra cui diversi con precedenti. Passaggi frequenti anche nelle zone di spaccio di droga

Il cartello è un obbligo. In assenza, scattano sanzioni.

LECCE – Continuano i controlli straordinari del territorio da parte della polizia che, ieri sera, ha perlustrato nuovamente a fondo varie zone della città. Nel rione San Pio gli agenti hanno identificato gli avventori di due pubblici esercizi, uno in via Dalmazio Birago e l’altro in via Egidio Reale. Una trentina le persone controllate, tra cui undici con precedenti, due dei quali per partecipazione ad associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Un uomo è risultato destinatario dell’avviso orale del questore di Lecce, poiché ritenuto socialmente pericoloso.

Sono stati poi monitorate altre aree come quella intorno alla stazione, i rioni Idria e Santa Rosa, ma anche il parco “Baden Powell”, luoghi spesso segnalati come punti di spaccio di droga. Non sono però state riscontrate situazioni particolari. Piuttosto, a un pachistano, fermato per un controllo in piazzetta Carducci (nei pressi del Rettorato universitario),  è stato notificato il decreto di revoca del permesso di soggiorno per richiesta d’asilo.

Questo, in seguito a una sentenza del Tribunale di Caltanissetta che ha rigettato il ricorso del pachistano contro il decreto con cui non gli è stata riconosciuta la protezione internazionale. Lo straniero, al quale i poliziotti ieri sera hanno ritirato il permesso di soggiorno, scaduti i termini a difesa, sarà espulso dall’Italia.

Sempre ieri sera, gli agenti della questura, insieme alla polizia locale, hanno controllato un esercizio commerciale di via Taranto. Sarà sanzionato per non aver esposto il cartello contenente l’avviso relativo al divieto di vendita di alcool ai minori di 18 anni.

Violenza di genere, nuovi incontri

Intanto, continuano anche gli incontri pubblici in cui la polizia di Stato è impegnata a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza di genere. Risale al 24 novembre scorso, l’iniziativa del progetto itinerante “Questo non è amore”, che ha visto il camper e le donne in divisa della A Matino, in piazza Primiceri, e dopo il dibattito “Violenza di genere: parliamone”, tenutosi lo stesso giorno presso il teatro “Tito Schipa” di Gallipoli, con la presenza del dirigente del commissariato locale, vicequestore aggiunto Marta De Bellis.

Oggi, invece, la polizia di Stato, con la presenza del dirigente del commissariato di Galatina, vicequestore aggiunto Giovanni Bono, ha fornito il proprio contributo informativo in occasione dell’incontro di sensibilizzazione tematico intitolato “Insieme per non avere paura e dire basta!” organizzato dall’associazione “Donne Insieme” di Collepasso, presso la Scuola secondaria di primo grado locale, nell’ottica sempre del rinnovo culturale in materia di soprusi e violenze nei confronti di vittime vulnerabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi controlli nei punti caldi: sanzioni a un locale e provvedimenti

LeccePrima è in caricamento