menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Arrestato per furti seriali nei giorni scorsi, ora ritenuto autore di altri due colpi

Un 25enne leccese, arrestato nei giorni scorsi dalla polizia, avrebbe derubato un cittadino straniero e la proprietaria di una casa

LECCE – Nuovi guai per il ladro seriale. Era stato arrestato, per l’ennesima volta, nei giorni scorsi Donato Giuseppe Camassa, 25enne leccese, ritenuto responsabile di diversi furti in appartamento. A seguito di approfondimenti, infatti, gli agenti della squadra mobile del luogo hanno attribuito al ragazzo anche altri due episodi, più recenti e avvenuti nel mese in corso.

Il primo ai danni di un cittadino della Guinea, perpetrato in strada, in via Schipa, la sera del 12 ottobre.  Camassa, secondo i riscontri investigativi, avrebbe avvicinato lo straniero con la scusa di proporgli l’acquisto di un telefono cellulare. Davanti al disinteresse del potenziale compratore, gli avrebbe poi chiesto una sigaretta. Lo straniero ha tirato fuori dalla tasca della giacca un pacchetto di sigarette per prelevarne una, ma il 25enne leccese, notando che nel pacchetto era custodito del denaro, circa 75 euro, se ne sarebbe impossessato dileguandosi nelle traverse limitrofe.

L’altro episodio è avvenuto nello lo stesso giorno, in un appartamento. La proprietaria ha raccontato ai poliziotti che, qualche giorno prima del furto, aveva prestato la sua bicicletta a un vicino di casa, lasciandogli momentaneamente anche le chiavi dell’appartamento che erano insieme a quelle del lucchetto, con l’accordo che le chiavi sarebbero state lasciate in un vaso. La mattina successiva la donna ha però trovato le chiavi su un mobile di casa, costatando la mancanza di due telefoni cellulari, un anello ed alcuni oggetti d’arredo. Risale proprio al 13 ottobre, la misura cautelare messa a carico del 25enne. In quel caso è stato ritenuto l’autore di più colpi messi a segno tra luglio e agosto in case, scuole e aziende.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento