Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Presicce

Nuovo caso di meningite: 12enne ricoverato, ma sintomi in regressione

A essere colpito da un'infezione da "Meningococco di tipo B" è stato uno studente di Presicce. L'Asl ha proposto profilassi per i suoi compagni di classe, quasi tutti scoperti rispetto a questa patologia, agli insegnati e alla famiglia. Febbre sotto controllo

LECCE – C’è un nuovo caso di meningite nel Salento, ed è ancora una volta da meningococco. A esserne colpito, un 12enne originario di Presicce, che è arrivato presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, trasportato dai sanitari del 118, fin da sabato sera.

L’Asl ha ufficializzato la notizia oggi, nel momento in cui è stato accertato il tipo d’infezione e sono state adottate tutte le misure per la profilassi, riguardanti quindi anche i suoi compagni di classe, presso la seconda della media inferiore del comune di residenza nel Capo di Leuca.

Il ragazzo già all’arrivo presentava i sintomi tipici da sindrome meningea: febbre alta e forte mal di testa, vomito, rigidità della nuca e petecchie (cioè macchie cutanee) addominali e agli arti inferiori.

Dopo i primi accertamenti clinici e di laboratorio e nel sospetto che si trattasse di “meningite meningococcica”, sono stati effettuati i prelievi prescritti (ematici e del liquor) ed è stata avviata la terapia antibiotica e di supporto specifica. Oggi è stato inviato al laboratorio regionale campione di liquor cefalo-rachidiano per le indagini molecolari e avere conferma sulle cause. Nel pomeriggio i risultati, sottolineano dall’Asl, hanno confermato che si tratta di un’infezione da “Meningococco di tipo B".

Ai ventuno compagni di classe il servizio d’igiene pubblica dell’Asl ha proposto la profilassi antibiotica, così come ai familiari, insegnanti e ad altre persone che hanno contatti stretti con il ragazzo. Quasi tutti i compagni di classe (sedici su ventuno) risultano vaccinati per la meningite di tipo A,C,W,Y.

Tutta la classe è scoperta rispetto al tipo B, il cui vaccino è attualmente offerto gratuitamente ai nuovi nati a partire dal gennaio 2014 e agli altri soggetti appartenenti a fasce d'età diverse con partecipazione al costo di acquisto dell’Asl, pari alla metà circa del prezzo praticato in farmacia. Al momento il ragazzo è comunque in buone condizioni generali. I sintomi meningei, sottolineano gli esperti, sono regrediti e anche la febbre è sotto controllo.

Non si tratta, come noto, di un caso isolato. Alla fine di aprile è successo a un 18enne di Casarano, ricoverato a Galatina. Ma gli esami hanno chiarito trattarsi di meningite da pneumococco, dovuta probabilmente a un’infezione a un orecchio. Non il tipo infettivo.

Molto diversamente è andata qualche settimana prima. Il 13 aprile scorso è deceduta una ragazza di 19 anni di Corigliano d’Otranto, colpita da una sepsi da “Meningococco gruppo C”. Un caso per il quale è al momento aperta un’inchiesta. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo caso di meningite: 12enne ricoverato, ma sintomi in regressione

LeccePrima è in caricamento