Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Nuovo "Fazzi": nessuna sospensiva dal Tar, si decide nel merito

I giudici del Tar di Lecce, pur non accogliendo la richiesta di sospensione dell'aggiudicazione della gara alla Ccc di Bologna da parte della ditta Ics, hanno ritenuto di fissare la trattazione di merito nell'udienza a novembre

 

LECCE - Nuovo capitolo giudiziario nella complessa vicenda legale del nuovo ospedale di Lecce, che rischia di passare alla storia non per gli aspetti sanitari ma per l'elevato numero di contenziosi, l'ultimo dei quali si è tenuto ieri dinanzi ai giudici del Tar di Lecce che, pur non accogliendo la richiesta di sospensione dell'aggiudicazione della gara al Consorzio cooperative costruzioni di Bologna da parte della ditta Ics grandi lavori spa (assistita dagli avvocati Tommaso Millefiori e Stefano Vinti) hanno ritenuto di fissare la trattazione di merito nell’udienza del prossimo 8 novembre. Si tratta di una decisione che è propria del codice inmateria di appalti.

Non sarà sospesa dunque l'aggiudicazione dell'appalto (valore circa 117 milioni) del nuovo ospedale “Vito Fazzi” di Lecce alla società felsinea Ccc. In attesa della sentenza di merito, il contratto con l'Asl salentina, assistita dal professor Ernesto Sticchi Damiani, rimane valido. Nei mesi scorsi sia il Tar di Lecce che il Consiglio di Stato avevano rigettato il ricorso presentato dalla ditta Matarrese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo "Fazzi": nessuna sospensiva dal Tar, si decide nel merito

LeccePrima è in caricamento