Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Nuovo sbarco di notte, in 34 trovati a Torre Specchia

Varie le nazionalità: afghani, pakistani, iraniani e turchi. Sette sono minorenni. Trovati dalla guardia di finanza leccese non lontano da San Foca. Gli scafisti questa volta sono riusciti a scappare

Il centro Don Tonino Bello.

TORRE SPECCHIA (Melendugno) - A un solo giorno di distanza, un nuovo sbarco è avvenuto sulle coste salentine. Solo che questa volta, gli scafisti hanno cambiato rotta: non più il Capo di Leuca, come accaduto nelle ultime occasioni, ma molto più a Sud, lungo l'Adriatica, esattamente nella zona di Torre Specchia, piccola marina fra Melendugno e Vernole, a pochi chilometri da San Foca.

Sono trentaquattro i clandestini clandestini sbarcati alle prime luci dell'alba. Varie le nazionalità: afghani, pakistani, iraniani e turchi. Li hanno trovati i militari della guardia di finanza del comando provinciale di Lecce. Probabilmente sono arrivati nella notte, a bordo di un gommone, riuscito a ripartire alla volta della località di partenza, sulla costa greca o turca.


I cittadini extracomunitari, tutti maschi di cui sette minori, hanno ricevuto dai militari cibo e acqua e, dopo le prime cure sanitarie e l'identificazione, avvenuta presso il centro di prima accoglienza "Don Tonino Bello" di Otranto, saranno avviati presso strutture specializzate. L'attività rientra nell'operazione "Estate sicura" già iniziata da giugno, che prevede un'intensificazione, nel periodo estivo, di tutto il territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo sbarco di notte, in 34 trovati a Torre Specchia

LeccePrima è in caricamento