Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Nuovo sbarco nel Salento, rintracciati trentacinque immigrati nel Capo di Leuca

Fermato dai carabinieri della Compagnia di Tricase un gruppo di presunti pakistani, tutti maschi ed adulti, arrivati nella notte. Gli uomini trasferiti al "don Tonino Bello". Uno di loro trasportato al "Panico" per ipotermia

Foto di repertorio

TIGGIANO - Non si attesta il flusso migratorio sulle coste salentine: non appena il vento si abbassa e le condizioni meteo marine lo permettono, ecco che gruppi di piccole quantità approdano sul territorio, dopo lunghi viaggi della speranza. Il fenomeno è ormai notorio e costante. Tra questa notte e l'alba l'ultimo episodio della serie, con l'ennesimo sbarco.

Alle prime luci del mattino, infatti, è stato rintracciato nella marina di Tiggiano, in località "Funnuvojere", un gruppo di trentacinque immigrati, tutti maschi ed adulti, presumibilmente di origine pakistana. A recuperarli sono stati i carabinieri della Compagnia di Tricase. Non c'è traccia, però, dell'imbarcazione che li ha scortati fino a terra.

Visibilmente provati dal viaggio, gli immigrati sono stati prontamente soccorsi, risultando tutti in buono stato di salute, eccezion fatta per un uomo, per il quale si è reso necessario il ricovero all'ospedale "Cardinal Panico", a causa di un'ipotermia. Il resto del gruppo è stato già trasferito al centro "don Tonino Bello" di Otranto, dove ricevono assistenza sanitaria dal personale medico del 118 e ristoro dai volontari della locale Misericordia. Nel primo pomeriggio, partiranno le consuete operazioni di identificazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo sbarco nel Salento, rintracciati trentacinque immigrati nel Capo di Leuca

LeccePrima è in caricamento