Nuovo sbarco nella serata nel porto di Leuca: soccorsi nove migranti

Avvistati al largo a bordo di una barca e scortati fino al porticciolo dalle motovedette della guardia di finanza e della capitaneria. Otto sono siriani e c’è anche un palestinese. Allertata la Croce Rossa per la prima assistenza

Foto di repertorio

LEUCA – Sono sbarcati alle 23 in punto sul molo del porto dopo essere stati avvistati e intercettati a circa 30 miglia largo di Santa Maria di Leuca. Sono nove i nuovi migranti giunti nella tarda serata di martedì lungo le coste salentine e scortati fino al porticciolo dalle motovedette della guardia di finanza e della capitaneria di porto.

Sono tutti uomini, maggiorenni, sette si sono dichiarati siriani, uno yemenita e un altro palestinese. Tra loro forse anche lo scafista. Sono state avviate le indagini del pool interforze antimmigrazione per individuare la sua identità e verificare se effettivamente risultasse a bordo dell'imbarcazione, al momento posta sotto sequestro.

Come comunicato dalla sala operativa della capitaneria di porto di Gallipoli sono state le motovedette della guardia di finanza ad intercettare l’imbarcazione al largo delle coste di Leuca e unitamente alla guardia costiera si è provveduto a scortare il natante fino al porto. Sono stati gli stessi militari ad allertare i volontari della Croce rossa italiana, già sul posto al momento dello sbarco, per offrire l’aiuto sanitario e i primi soccorsi, muniti di ogni dispositivo di protezione individuale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I migranti sbarcati sono stati trovati in buone condizioni di salute. Nessuno ha richiesto interventi particolari. Il personale della Croce rossa ha subito provveduto a distribuire viveri e a prestare le assistenze del caso. I migranti sono stati tutti sottoposti ai controlli del protocollo anti-Covid e al tampone. Al termine delle operazioni, sono stati tutti accompagnati presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto, dove saranno completate le operazioni di identificazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento