Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Rudiae / Viale della Repubblica

Obbligo di rimanere in casa e da qui continuava a spacciare cocaina

Arrestato un 47enne con quasi 60 grammi di cocaina che di recente aveva patteggiato una condanna proprio per stupefacenti

LECCE – L’hanno trovato in possesso di quasi 60 grammi di cocaina. Un vecchio pallino, visto che sempre per spaccio era già stato arrestato dalla squadra mobile in passato, patteggiando a marzo del 2015 una condanna a quattro anni e mezzo di reclusione. E ora per Giovanni Antonaci, 48enne di Lecce, si riaprono le porte del carcere di Borgo San Nicola.

Questa volta ad inchiodare l’uomo sono stati i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Lecce, al termine di un’attività mirata contro lo spaccio in città, e in particolare nella zona di viale della Repubblica, all’ombra dei palazzoni conosciuti come ex Case Magno.

Antonaci-5-3In seguito alle recenti vicende giudiziarie, Antonaci era sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali, con l’obbligo di restare nel suo alloggio dalle 21 di sera alle 7 del mattino. E proprio in casa sembra che avesse ricreato una sorta di fortino dello spaccio, tanto che si era generato da qualche tempo un viavai di persone che ha insospettito i militari, i quali, intanto, continuavano a tenerlo d’occhio.

Questa mattina è scattato il piano finale, con il controllo in casa per verificare i sospetti. I carabinieri del Norm hanno fatto irruzione a sorpresa. Antonaci non ha avuto il tempo di nascondere nulla. Tanto che gli sono stati sequestrati ben 57,5 grammi di cocaina, già suddivisa in dosi. Inoltre, i militari hanno trovato materiale per confezionarle e 255 euro in contanti, possibile provento dello spaccio. E per lui sono scattate le manette.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obbligo di rimanere in casa e da qui continuava a spacciare cocaina

LeccePrima è in caricamento