menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre due chili di hashish nascosti nel divano di casa, patteggia la pena

Un anno per una 31enne originaria del Marocco e residente nel basso Salento, arrestata a fine novembre dai carabinieri

LECCE – Nascosti nel divano nel soggiorno della sua abitazione a Ruffano, c'erano 2 chilogrammi e 308 grammi di hashish, oltre a 3mila e 510 euro in banconote di vario taglio, materiale idoneo per il confezionamento e tre telefoni cellulari. La droga, suddivisa in sette panetti, era in casa di Jamila Labtaimi, 31enne originaria del Marocco e residente nel Salento, dove lavora come badante.

Nel corso dell’operazione (il 28 novembre scorso), condotta dai carabinieri della stazione di Ruffano e dell’aliquota operativa della compagnia di Casarano, in collaborazione con i colleghi della compagnia di Maglie, la 31enne fu arrestata in flagranza di reato per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Labtaimi, assistita dall’avvocato Stefano Palma, ha ottenuto i domiciliari e poi è tornata in libertà poco prima di Natale. Oggi ha patteggiato una condanna a un anno di reclusione e 3mila euro di multa, con i benefici della sospensione condizionale della pena e della non menzione della condanna. La droga sarà distrutta e i soldi sono stati confiscati, mentre i telefoni saranno restituiti alla 31enne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento