Oltre il doppio delle barche nella zona dell'area marina protetta: denuncia

I rilievi sono stati svolti nel corso di servizi di controllo del territorio in materia di polizia demaniale dai i militari della Sezione operativa navale della guardia di finanza di Gallipoli. Deferito il titolare della concessione

PORTO CESAREO – In quell’area demaniale nella zona a nordo di Porto Cesareo, verso Torre Lapillo, ci sarebbero stati oltre il doppio di barche per le quali era stata rilasciata la concessione e per questo è scattata la denuncia nei confronti del responsabile di una ditta individuale.

I rilievi sono stati svolti nel corso di servizi di controllo del territorio in materia di polizia demaniale dai i militari della Sezione operativa navale della guardia di finanza di Gallipoli. L’area sorge nell’Area marina protetta di Porto Cesareo e lì hanno riscontrato il posizionamento sul fondale di numerosi corpi morti utilizzati per l’ormeggio di natanti da diporto.

In particolare, i finanzieri hanno constatato la presenza di numerosi corpi morti, ai quali era collegato un catenario per l’ormeggio di circa 50 natanti da diporto, come detto oltre il doppio di quelli per cui era stata rilasciata la concessione demaniale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ampliamento sarebbe stato realizzato su un’area pubblica soggetta anche a vincolo paesaggistico e ambientale. Da qui la denuncia alla Procura della Repubblica di Lecce per la violazione al codice della navigazione e alla legge quadro sulle aree marine protette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento