Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Casarano

Omicidio coppia D'Aquino: ergastolo per i due killer

Ergastolo per Tommaso Montedoro e Augustino Potenza, di Casarano per l'omicidio di Fernando D'Aquino e Barbara Toma. Il processo ha fatto luce su cinque agguati mortali nel sud Salento

Procura-42

Dure condanne confermate anche in Appello per la scia di sangue che macchiò il sud Salento con cinque omicidi. In secondo grado, la Corte di Assise ha condannato all'ergastolo Tommaso Montedoro ed Augustino Potenza, di 31 e 33 anni, di Casarano, entrambi presunti capi-zona nel Basso Salento alle dipendenze dell'ex-boss brindisino Vito Di Emidio. Carcere a vita per tre dei cinque omicidi contestati a Montedoro e per i due a Potenza.

Vent'anni di reclusione sono stati confermati a Luigi Spennato, 31 anni di Casarano, mentre per Antonio Tarantini, 33 anni di Copertino, conosciuto come "kamikaze", i giudici della Corte d'Assise hanno ribadito il fine pena mai per la strage della Grottella. Ridotte, invece, le condanne per i due brindisini. Marcello Laneve, 34 anni, ha ottenuto uno sconto di pena: da nove anni ed otto mesi a otto anni di reclusione, mentre Fabio Maggio, di 28, tenuto conto delle attenuanti generiche, è stato condannato a dodici anni di carcere. Montedoro, arrestato agli inzi del 2007 dopo un periodo di latitanza, è accusato di tre agguati mortali e di altrettanti tentati.

Gli omicidi: Fernando D'Aquino e Barbara Toma (Casarano, 5 marzo 1998); il macellaio Rosario De Salve (Matino, 11 marzo 1998), per depistare le indagini sull'omicidio della coppia di coniugi.


Gli agguati falliti: a Massimo Trovè, Davide Buttazzo e Antonio Trinchese (Martano, 17 febbraio 1998). Potenza è stato condannato con l'accusa di aver esploso i 19 colpi di kalashnikov che ammazzarono i coniugi D'Aquino-Toma. Spennato, invece, avrebbe informato il clan dei movimenti di Cosimo e Fabrizio Toma. Laneve e Maggio, collaboratori di giustizia, avrebbero partecipato al duplice omicidio dei Toma, mentre Tarantini avrebbe fatto parte di un commando specializzato in rapine anche con l'impiego di kalashnikov. Gli avvocati di parte civile sono Carlo Gervasi, Amerigo Barba, Maria Grazia Anselmo ed Arturo Balsani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio coppia D'Aquino: ergastolo per i due killer

LeccePrima è in caricamento