Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Ondata di maltempo sul Salento, danni e disagi in tutta la penisola

La pioggia incessante e le forti raffiche di vento hanno creato danni e disagi in varie zone della penisola, costringendo i vigili del fuoco a decine di interventi

I danni del maltempo nella zona di Leuca (foto di Francesco Vallo).

LECCE – Dopo il passaggio dell’uragano mediterraneo “Numa”, sembra destinata ad attenuarsi l’ondata di maltempo che nelle ultime 36 ore ha investito il Salento. Venti impetuosi fino a 120 chilometri orari e piogge alluvionali hanno interessato la fascia jonica, con la pioggia che per il terzo giorno consecutivo ha superato i 60 millimetri. La pioggia incessante e le forti raffiche di vento hanno creato danni e disagi in varie zone della penisola, costringendo i vigili del fuoco a decine di interventi per rimuovere o mettere in sicurezza gli alberi caduti e liberare scantinati e abitazioni allagate dalla pioggia.

Allerta arancione

La situazione è costantemente monitorata in prefettura dal Centro di coordinamento soccorsi di Lecce, con il dirigente della Protezione civile della Regione Puglia e dei sindaci dei comuni costieri della fascia ionica, maggiormente interessata. Durante la riunione di ieri, presieduta dal vice prefetto vicario, Guido Aprea, è stato confermato il livello di allerta “arancione” riportato nel messaggio di allerta regionale del 16 novembre.

Danni e allagamenti

I maggiori danni si sono verificati nella zona jonica del Capo di Leuca, dove la caduta di numerosi alberi ha creato pericolo e disagi. Allagato dalla pioggia anche un tratto di ferrovia nei pressi di Presicce. Numerose anche le strade rese impraticabili dal Presicce-2nubifragio, mentre le campagne sono state trasformate in una sorta di piscina. A Vernole due persone sono state ferite dalla caduta di un albero e trasportate presso gli ospedali di Lecce e Copertino. Le loro condizioni non sono fortunatamente gravi.

Stato di calamità

“L’ondata di maltempo che ha colpito nelle ultime ore il Capo di Leuca e il passaggio dell’uragano Numa stanno mettendo in ginocchio un intero territorio. Si registrano infatti danni consistenti e diffusi alle strade, alle abitazioni, alle aziende – commenta Ernesto Abaterusso, presidente del Gruppo consiliare Articolo 1 – MDP alla Regione Puglia –. Per questo riteniamo necessario chiedere al Presidente Emiliano e alla Protezione Civile di fare una verifica dei danni che il maltempo sta causando a imprese e cittadini e di attivarsi presso il Governo nazionale per il riconoscimento dello stato di calamità naturale, affinché si possa alleviare una situazione che, con il passare dei giorni e delle ore, diventa sempre più critica e che rischia, se il clima continuerà a non concedere tregua, di compromettere l'intera tenuta di molte comunità del basso Salento. Riteniamo sia questo un passaggio necessario per concedere un sostegno economico a tutti coloro - cittadini, agricoltori, imprenditori - che a causa delle avverse condizioni meteorologiche vivono un momento di difficoltà”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ondata di maltempo sul Salento, danni e disagi in tutta la penisola

LeccePrima è in caricamento