Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Un getto di vapore ustiona due operai salentini. Uno è in prognosi riservata

Un 54enne e un 45enne di Veglie, dipendenti di una ditta di Taranto, stavano lavorando presso l'impianto Api di Falconara Marittima, alle porte di Ancona. Un tubo rotto ha causato un improvviso sbuffo che ha ferito in maniera grave uno dei due dipendenti

Foto da AnconaToday.it

FALCONARA MARITTIMA (Ancona)  -  Si è trattato di uno sbuffo di vapore, fuoriuscito improvvisamente, che ha provocato ustioni di primo e secondo grado a due operai, entrambi originari del Salento. Francesco Fiore e Gianni Calcagnile, rispettivamente di 54 e 45 anni, entrambi di Veglie, ma dipendenti della Ferplast di Taranto, stavano lavorando momentaneamente nell’impianto di Falconara Marittima, alle porte di Ancona, quando si è verificato l’incidente.

La rottura di un tubo, alla quale è seguito quel getto potente, ha scaraventato per terra i due dipendenti, soccorsi immediatamente dapprima dai colleghi, poi dai sanitari del 118, intervenuti sul luogo. Trasportati d’urgenza presso l’ospedale  di Torrette del capoluogo marchigiano, il 54enne è rimasto bruciato sul 46 per cento del corpo e ora si trova ricoverato in prognosi riservata.

Il conterraneo, ferito in maniera più lieve, ha riportato lesioni al volto e alle mani e le sue condizioni non destano particolari preoccupazioni ed è stato pertanto dimesso dopo gli accertamenti da parte del personale medico. Sul luogo dell'accadut, i carabinieri della cittadina dell'hinterland di Ancona, per eseguire una serie di rsicontri utili alla ricostruzione dell'incidente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un getto di vapore ustiona due operai salentini. Uno è in prognosi riservata

LeccePrima è in caricamento