Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Porto Cesareo

Operaio edile precipita da impalcatura alta otto metri

L'incidente sul lavoro è avvenuto a Porto Cesareo, intorno alle 9 di questa mattina. Si tratta di un 42enne di Carmiano. La vittima è stata ricoverata presso il "Vito Fazzi" di Lecce, in rianimazione

fotoprima

PORTO CESAREO - Ha fatto un volo di otto metri. E' precipitato al suolo, un impatto violentissimo da quell'altezza. E' un miracolo che Roberto Imbriani, operaio 42enne, originario di Carmiano, sia riuscito a sopravvivere. Poco prima delle 9 è stato ricoverato presso l'ospedale Vito Fazzi di Lecce, giunto con un codice rosso, dove i medici stanno ora valutando le sue condizioni.

Tutto è accaduto nelle prime ore del mattino, intorno alle 7,40. Imbriani lavora come operaio per una ditta edile di Monteroni, che aveva allestito un cantiere nella marina di Porto Cesareo, in via Giovanni Pascoli, in un'abitazione privata che necessitava di alcuni lavori di ristrutturazione.

L'uomo si trovava sull'impalcatura, non si sa ancora se avesse in mano qualche attrezzo o fosse in compagnia di qualche collega. Ma improvvisamente ha perso l'equilibrio, ed è precipitato sul suolo. Uno schianto micidiale. La scena si è svolta sotto gli occhi dei colleghi atterriti, che hanno provveduto immediatamente ad allertare i soccorsi.


Sul luogo è giunta un'ambulanza del 118, che ha trasportato la vittima a sirene spiegate presso il nosocomio leccese. Sul posto, come da prassi, si sono recati gli ispettori dello Spesal per verificare il rispetto delle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro. L'uomo è ricoverato nel reparto di rianimazione. La prognosi è riservata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio edile precipita da impalcatura alta otto metri

LeccePrima è in caricamento