Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Corpo forestale a “caccia” di bracconieri. Due denunce e diversi sequestri

Gli agenti del comando di Gallipoli hanno eseguito alcuni controlli in tutta la provincia, per contrastare l'utilizzo dei richiami acustici illegali, durante l'attività venatoria. Un 45enne di Racale e un 50enne di Sogliano Cavour sono finiti nei guai

Parte del materiale sequestrato

GALLIPOLI  – Hanno dato la “caccia” ai bracconieri, ne hanno denunciati un paio e hanno provveduto al sequestro di svariati richiami acustici proibiti. Gli agenti del comando forestale di Gallipoli, durante un servizio mirato al controllo del territorio ed al rispetto della normativa migratoria vigente, hanno deferito un uomo di Racale di 45 anni sorpreso, in località “Munittola” , alla periferia della Città Bella.

L’uomo, colto in flagranza di reato mentre svolgeva l’attività venatoria con l’ausilio di un richiamo acustico, utilizzato per riprodurre i versi degli uccelli, ha tentato di disfarsene alla vista degli uomini in divisa. Sequestrato a suo carico il fucile utilizzato con il relativo munizionamento ed il richiamo acustico elettronico. Nelle campagne di Casarano, inoltre, gli agenti hanno gallipoli-22-8elevato una sanzione amministrativa a carico di un cacciatore che, nell’abbandonare il posto di caccia, non aveva raccolto i bossoli delle cartucce esplose.

Gli agenti del comando forestale di Tricase, invece, hanno denunciato un uomo di 50 anni di Sogliano Cavour, per aver esercitato l’attività di caccia con fucile carico e con l’ausilio di richiamo a funzionamento elettromagnetico in località “Mascarane”, a Ruffano. Sottoposti a sequestro un fucile, il munizionamento, il richiamo acustico a funzionamento elettromagnetico e otto tordi, le specie che si presentano nella penisola salentina proprio a partire dal mese di ottobre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corpo forestale a “caccia” di bracconieri. Due denunce e diversi sequestri

LeccePrima è in caricamento