rotate-mobile
Cronaca

Operazione “Bagnasciuga”, i Nas setacciano dieci lidi salentini: uno irregolare

I militari dell'Arma di Lecce e Taranto hanno eseguito nel Tacco un'ispezione in diversi stabilimenti balneari della costa, per controllare che non vi fossero irregolarità. L'operazione ha coinvolto anche altre città italiane, per un totale di 20 per cento di anomalie riscontrate

LECCE – SI chiama “Bagnasciuga” e ha travolto, come un’onda, diversi lidi italiani, senza risparmiare quelli salentini: una decina in tutto. E’ un maxi blitz dei carabinieri del Nas, il Nucleo antisofisticazione e sanità, quello condotto a Lecce e Taranto nel corso degli ultimi giorni, nel quale sono stati setacciati  stabilimenti balneari, e locali, alcuni risultati privi di norme igienico sanitarie.

Tra i reati contestati, inoltre, anche l’omessa registrazione all’autorità sanitaria di due ristoranti, un bar e un deposito alimenti, all’interno di uno stabilimento, per i quali è stata disposta la chiusura. Dei dieci lidi controllati a campione nel Tacco, soltanto uno avrebbe fatto emergere alcune irregolarità, ed è stato segnalato per carenze strutturali. Uno anche nel Tarantino, per avvio di attività senza previa licenza.

Sono più di 500 le strutture che, nelle ultime settimane, sono state ispezionate dai Nas in tutto lo Stivale. Dai controlli è emerso un 20 per cento di anomalie nelle strutture sottoposte a verifiche, per un totale di 150 violazioni. Un centinaio di individui, inoltre, sono finiti nei guai, incappando in elevate sanzioni amministrative, per un importo complessivo di 100mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione “Bagnasciuga”, i Nas setacciano dieci lidi salentini: uno irregolare

LeccePrima è in caricamento