Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

"Operazione Bamba", in appello confermate le assoluzioni e due condanne

I giudici della Corte d'appello di Lecce hanno confermato il verdetto del processo di primo grado per gli imputati

LECCE – Confermate in appello le assoluzioni e due delle condanne inflitte nel processo di primo grado scaturito dalla cosiddetta operazione “Bamba”, l'inchiesta condotta dai carabinieri della compagnia di Casarano che, con un maxi-blitz scattato a inizio maggio 2011, sgominò un presunto sodalizio criminale dedito allo spaccio di stupefacenti.

Confermata l’assoluzione con formula piena, per non aver commesso il fatto, per Giuseppe Imperiale, 33enne di Tuglie, assistito dagli avvocati Pompeo Demitri e Isidoro Bernardi. Assoluzione anche per Luca Toma, 25enne di Parabita e per Enio Misceo, 44enne di Parabita. Condanna a cinque anni e sei mesi di reclusione per Erminia Jlary Pavin, 36enne di Parabita (moglie di Massimo Donadei); un anno per Giorgio De Matteis, 24enne di Taviano.

L’operazione “Bamba” è un'indagine divisa in due tronconi, perché ad alcuni fra gli arrestati è stato contestato anche il traffico internazionale di armi, che sarebbero servite, secondo gli investigatori dell'Arma, per pianificare l'omicidio di quello che è stato definito un rivale del clan Donadei di Parabita (al vertice del gruppo), Biagio Toma, 47enne. Molti degli imputati sono stati giudicati con il rito abbreviato, le sentenze, per oltre un secolo di carcere, sono state emesse dal gup del Tribunale di Lecce Nicola Lariccia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Operazione Bamba", in appello confermate le assoluzioni e due condanne

LeccePrima è in caricamento