Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Circa 25 chili di pesce sprovvisto di certificati: sequestro in un ristorante di Sannicola

I controlli congiunti di polizia e guardia costiera proseguiranno nel week-end di Pasqua: il gestore della trattoria sanzionato anche per altre irregolarità

Il pesce sotto sequestro a Sannicola

GALLIPOLI – Ormai si è nel clou delle festività pasquali, e cresce di conseguenza l’attenzione delle forze dell’ordine sul territorio. In particolar modo per quanto riguarda la vendita illegale, o pericolosa per la salute umana, di prodotti alimentari. I militari della guardia costiera e gli agenti di polizia del commissariato di Gallipoli hanno pertanto avviato una serie di verifiche all’interno di esercizi commerciali e attività di ristorazione della Città Bella. 

In una trattoria di Sannicola, tanto per cominciare, è scattata un sanzione da 4mila euro al termine delle verifiche interne al locale. I controlli congiunti, infatti, hanno portato alla scoperta di circa 25 chilogrammi di pesce conservato nelle celle frigorifere senza alcuna etichetta per l’attestazione della provenienza, né rintracciabilità.

Parte dei prodotti ittici, inoltre, era anche sprovvisto di documentazione sanitaria che, invece, è obbligatoria per legge. All’interno dello stesso ristorante, inoltre, è stato anche accertato come il gestore avesse “dimenticato” di esporre anche la necessaria licenza e le tariffe delle portate. Tutti i prodotti in questione sono stati posti sotto sequestro, ma le ispezioni proseguiranno in tutto il circondario per stanare i trasgressori, e tutelare la salute dei consumatori.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circa 25 chili di pesce sprovvisto di certificati: sequestro in un ristorante di Sannicola

LeccePrima è in caricamento