Cronaca

Operazione "Orione", dopo il Riesame tornano in libertà le "donne del clan"

Nuove scarcerazioni da parte dei giudici della Libertà, si tratta delle tre figure femminili accusate di associazione mafiosa

LECCE – Nuove importanti scarcerazioni da parte dei giudici del tribunale del Riesame per tre delle persone arrestate all’alba del 20 marzo scorso nell’ambito dell’operazione "Orione", con cui i carabinieri del comando provinciale di Lecce hanno smantellato tre presunti gruppi criminali, di cui uno ritenuto dagli inquirenti di stampo mafioso e attivo nel nord Salento.

I giudici hanno deciso per la scarcerazione di Alba Conte, 25enne nata a San Pietro Vernotico; Anna Maria Cristina Guadadiello, 33enne nata a Lecce; e Adele Visconti, 23enne nata a Squinzano (assistite dall’avvocato Ladislao Massari). Si tratta delle tre donne ritenute dall’accusa ai vertici del presente sodalizio criminale, tutte vicine per parentela ai Guadadiello. Nei loro confronti è contestato il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso perché, secondo i magistrati, avrebbero diramato le disposizioni provenienti dal carcere.  

Nei giorni scorsi il Riesame ha già scarcerato altre persone: Lorenzo Antonaci; Armando Capocelli, Antonio De Iaco e Alessandro Cafaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Orione", dopo il Riesame tornano in libertà le "donne del clan"

LeccePrima è in caricamento