Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Operazione "Valle della Cupa", scarcerato uno degli arrestati nel blitz

Ha lasciato il carcere Roberto Corpus, il 47enne leccese arrestato all'alba del 14 maggio. Il Tribunale del riesame, infatti, ha annullato l'ordinanza di custodia cautelare emessa dai gip Nicola Lariccia nei confronti dell'uomo

 

LECCE – Ha lasciato il carcere Roberto Corpus, il 47enne leccese arrestato all’alba del 14 maggio nell’ambito della cosiddetta operazione “Valle della Cupa” che, condotta dai carabinieri della compagnia di Tricase, ha sgominato un presunto sodalizio finalizzato al traffico di sostanze stupefacenti. Il Tribunale del riesame, infatti, ha annullato, accogliendo l’istanza difensiva del legale del 47enne, l’avvocato Antonio Savoia, l’ordinanza di custodia cautelare emessa dai gip Nicola Lariccia nei confronti dell’uomo. Quella di Corpus era una delle 34 misure eseguite dai militari dell’Arma nell’ambito dell’operazione.

La figura di Corpus è legata a un episodio singolare. Da alcune intercettazioni ambientali sarebbe emerso che il 47enne avrebbe espresso la volontà di acquistare la casa di Gianluca Saponaro (un altro degli arrestati) dietro il corrispettivo di due chili di cocaina purissima. Un affare sfumato per volontà di quest’ultimo, che preferiva i contanti. Ipotesi che evidentemente non sono servite a giustificare, almeno per i giudici della Libertà, l’arresto, anche se bisognerà ora attendere il deposito delle motivazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Valle della Cupa", scarcerato uno degli arrestati nel blitz

LeccePrima è in caricamento