Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Via Villafranca

Ordigno sull'auto di nipote di maresciallo, terrore a Carmiano

Distrutto un Fiat Doblò, ingenti i danni collaterali su buona parte di via Villafranca. Non è stato il primo attentato in paese, ma comunque uno dei più pericolosi e scenografici in assoluto

CARMIANO – Un boato udito fino a chilometri di distanza ha scosso Carmiano poco prima dell’alba. Ignoti hanno collocato un ordigno su un Fiat Doblò di un giovane del posto, nipote di un maresciallo dei carabinieri in servizio a Campi Salentina, dove ha sede la compagnia dell’Arma da cui dipende anche la stazione di Carmiano. Risiede sulla stessa via, a circa 20 metri di distanza.

Un paese già colpito da mesi da una serie di altri attenti, sempre con bombe carta o tramite auto date alle fiamme, s’è svegliato sgomento intorno alle 4 del mattino, per quello che è stato probabilmente l’atto intimidatorio più  pericoloso e scenografico degli ultimi tempi. L’onda d’urto è stata tale, che i danni si sono propagati per buona parte di via Villafranca, una delle prima traverse che s’incontrano provenendo da Villa Convento, frazione di Lecce.

Se il Doblò è andato distrutto a causa della forza dell’esplosione, i danni collaterali non sono stati da meno. Porte e finestre di parte del vicinato sono state scardinate, ad altre auto parcheggiate nelle vicinanze si sono incrinati i cristalli. Sull’asfalto, un tappeto di vetri e pezzi d’intonaco. Sul posto, dopo che sono scesi in strada i residenti, visibilmente scossi, sono intervenuti i carabinieri per le prime indagini.

Da alcune videocamere private, sembrerebbe scorgersi l’arrivo sul posto, intorno alle 4, di un  giovane con un casco fuggito poi probabilmente in scooter. I militari stanno cercando di capire se si tratti dello stesso casco già visto in occasione di uno degli altri episodi del recente passato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordigno sull'auto di nipote di maresciallo, terrore a Carmiano

LeccePrima è in caricamento