Cronaca

Nel 2011 estorse denaro a un commerciante. Torna in carcere un 47enne

Finito nei guai assieme a un complice ad aprile di due anni addietro, per richieste di denaro a un uomo di Castrì di Lecce, ha violato le prescrizioni imposte ed è stato accompagnato in cella. Nel gennaio del 2012, fu coinvolto in una operazione che portò a 49 arresti

Il carcere di Lecce

LECCE – E’ tornato in carcere Sergio Caroppo, 47enne di Lecce, per aver violato le prescrizioni imposte dagli arresti domiciliari. Questa mattina, infatti, i carabinieri della stazione di Lecce hanno eseguito un ordine dii carcerazione nei confronti dell’uomo, sottoposto alla detenzione per i fatti accaduti nel 2011. Ora sconterà la pena residua di tre anni e quattro mesi in cella.CAROPPO SERGIO 1-2

Nel mese di aprile di due anni addietro, assieme a un altro individuo, Caroppo si rese responsabile del reato di estorsione a Castrì di Lecce, ai danni di A.M., un commerciante di Calimera. Pertanto, la residua pena di 3 anni e 4 mesi dovrà scontarla in carcere.

La vittima di quelle ripetute richieste di denaro, fu costretto a versare contanti fino a duemila euro. Poi, esasperato, si rivolse ai carabinieri e denunciò l’accaduto. I due autori furono bloccati dai militari del Norm e dai colleghi della stazione di Calimera, dopo un appostamento-tranello in cui incapparono i due malviventi. Caroppo, alcune mesi dopo, fu poi coinvolto nel maxi-blitz, condotto dalla squadra mobile di Lecce, che portò all’arresto di 49 persone perché ritenuti responsabili di reati legati alla droga e alle estorsioni. L’operazione, una delle più importanti delle cronache locali, scattà, nel mese di gennaio del 2012, e fu denominata “Cinemastore”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2011 estorse denaro a un commerciante. Torna in carcere un 47enne

LeccePrima è in caricamento