Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Falsa testimonianza e lesioni personali. In due finiscono in carcere

Eseguiti due ordini di carcerazione nei confronti di un 47enne e di un 35enne. Il primo sconterà una pena di un anno e mezzo. Il secondo resterà in cella per oltre sei mesi, anche per resistenza a pubblico ufficiale e spaccio

Il carcere Borgo San Nicola di Lecce

PORTO CESAREO - In due, nel pomeriggio di martedì, sono finiti nel carcere Borgo San Nicola, alle porte di Lecce.

Si tratta di Pasquale Falconieri, 47enne originario di Nardò e di Giuseppe Ruberti, operaio di 35 anni, residente a Copertino.

Il primo, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato a Porto Cesareo dai carabinieri del posto, i quali hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Lecce. Il 47enne dovrà espiare una pena di un anno e mezzo di reclusione, per falsa testimonianza.

In quelle stesse ore, anche il 35enne copertinese, ritenuto responsabile di reati come resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e detenzione di stupefacenti, dovrà scontare una pena di sei mesi e 18 giorni, secondo quanto disposto dalla procura della Repubblica di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsa testimonianza e lesioni personali. In due finiscono in carcere

LeccePrima è in caricamento